logo adgblog

Archivi

Giugno: 2015
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Una gita a Firenze per ripassare il passato prossimo e…

collagefirenze

…e per imparare a conoscere i principali musei e monumenti della città. Per migliorare il vostro italiano e in particolare ripassare il passato prossimo, provate a svolgere la seguente attività (consigliata per livelli A2).

Attività 1. Scegliete tra i tre verbi proposti quello corretto.

Primo giorno. Dopo l’arrivo alla stazione di Santa Maria Novella, ci siamo dirigiuti/ci abbiamo diretti/ci siamo diretti in hotel, centralissimo e molto carino. Dopo un po’ di relax in camera siamo usciti/siamo esciti/abbiamo uscito e siamo andati verso Piazza Duomo, dove si trova la splendida cattedrale di Santa Maria del Fiore (1296-1887) con la sua magnifica cupola progettata da Filippo Brunelleschi, sulla quale vale assolutamente la pena salire. Accanto alla cattedrale, il battistero di San Giovanni, ornato dalle porte di Pisano e Ghiberti (porta del paradiso), e il campanile di Giotto, dal quale si ha una splendida visione del centro storico, ma se avete salito/siete sali/siete saliti sulla cupola, sinceramente non vi conviene salire anche qui perché ci sono oltre 400 scalini da fare. Abbiamo prosecuto/siamo proseguiti/abbiamo proseguito verso Piazza della Signoria e qui abbiamo trovato/abbiamo trovo/ci siamo trovati davanti a Palazzo Vecchio e la Loggia dei Lanzi dove si trovano delle bellissime statue. Poi abbiamo visitato/siamo visto/siamo visitati la chiesa di Orsanmichele, all’esterno della quale vi sono dei tabernacoli ornati con copie di statue di Donatello, Ghiberti e Brunelleschi. Per concludere la giornata abbiamo passeggiato/siamo passeggiato/siamo passeggiati tra le gioiellerie di Ponte Vecchio e sul lungarno.

Secondo giorno. La giornata ha iniziato/è iniziata/ha iniziata in modo splendido con una visita alla Galleria degli Uffizi, dove siamo riusciti/abbiamo riesco/abbiamo riuscito ad entrare immediatamente, poiché eravamo a metà settimana e la città era deserta. All’interno della galleria hanno esposte/hanno esporto/sono esposte opere degli artisti più noti, ma soprattutto vi sono le meravigliose opere di Alessandro Botticelli. Poi ci abbiamo incamminato/ci siamo incamminati/ci siamo inacammini verso la chiesa di Santa Croce: in piazza si trova la statua di Dante, mentre all’interno della chiesa abbiamo potuto vedere/siamo potuti vedere/abbiamo potuti visti le tombe di celebri personaggi come Ugo Foscolo e Niccolò Machiavelli. Da qui abbiamo arrivato/abbiamo arrivati/siamo arrivati al Piazzale Michelangelo con la sua suggestiva vista sulla città e siamo potuto visitare/siamo visitati/abbiamo potuto visitare la chiesa di San Miniato. Ci siamo riavvicinati/abbiamo riavvicinato/ci siamo riavvicini al centro passando da Palazzo Strozzi e dopo pochi passi eravamo di fronte alla Basilica di Santa Maria Novella. Verso le sei abbiamo preso/abbiamo prenduto/siamo presi il treno per tornare a casa.

Attività 2.Adesso guardate l’immagine e provate ad individuare i monumenti e le chiese citati nel testo (in grassetto):

a. Battistero di San Giovanni/San Miniato/Piazzale Michelangelo
b. Santa Croce/Santa Maria Novella/Santa Maria del Fiore
c. Santa Maria Novella/Battistero di San Giovanni/Palazzo Vecchio
d. Orsanmichele/Loggia dei Lanzi/Piazzale Michelangelo
e. Santa Croce/Orsanmichele/Loggia dei Lanzi
f. Loggia dei Lanzi/Piazzale Michelangelo/Santa Maria del Fiore
g. Battistero di San Giovanni/San Miniato/Orsanmichele
h. Palazzo Vecchio/San Miniato/Piazzale Michelangelo
i. Battistero di San Giovanni/Santa Croce/Santa Maria del Fiore

Articoli correlati

L’italiano con le tradizioni di Firenze: il calcio storico fiorentino.
Una passeggiata in Piazza dei Ciompi a Firenze.
Le strade di Santa Croce.
Un viaggio alle Cinque Terre: cinque attività per la comprensione e il lessico del viaggio.
Il clima di Firenze, 5 attività tra grammatica e comprensione

Per assistenza contattate gli insegnanti dell’Accademia del Giglio, lingua italiana, arte e cultura a Firenze: adg.assistance@gmail.com.

Seguiteci su FacebookTwitterLinkedInPinterest e Foursquare

2 comments to Una gita a Firenze per ripassare il passato prossimo e…

  • Agnieszka

    Primo giorno. Dopo l’arrivo alla stazione di Santa Maria Novella, ci siamo diretti in hotel, centralissimo e molto carino. Dopo un po’ di relax in camera siamo usciti e siamo andati verso Piazza Duomo, dove si trova la splendida cattedrale di Santa Maria del Fiore (1296-1887) con la sua magnifica cupola progettata da Filippo Brunelleschi, sulla quale vale assolutamente la pena salire. Accanto alla cattedrale, il battistero di San Giovanni, ornato dalle porte di Pisano e Ghiberti (porta del paradiso), e il campanile di Giotto, dal quale si ha una splendida visione del centro storico, ma se siete saliti sulla cupola, sinceramente non vi conviene salire anche qui perché ci sono oltre i 400 scalini da fare. Abbiamo proseguito verso Piazza della Signoria e qui abbiamo trovato davanti a Palazzo Vecchio e la Loggia dei Lanzi dove si trovano delle bellissime statue. Poi abbiamo visitato la chiesa di Orsanmichele all’esterno della quale vi sono dei tabernacoli ornati con copie di statue di Donatello, Ghiberti e Brunelleschi. Per concludere la giornata abbiamo passeggiato tra le gioiellerie di Ponte Vecchio e sul lungarno.

    Secondo giorno. La giornata ha iniziato in modo splendido con una visita alla Galleria degli Uffizi, dove siamo riusciti ad entrare immediatamente, poiché eravamo a metà settimana e la città era deserta. All’interno della galleria sono esposte opere degli artisti più noti, ma soprattutto vi sono le meravigliose opere di Alessandro Botticelli. Poi ci siamo incamminati verso la chiesa di Santa Croce: in piazza si trova la statua di Dante, mentre all’interno della chiesa abbiamo potuto vedere visti le tombe di celebri personaggi come Ugo Foscolo e Niccolò Machiavelli. Da qui siamo arrivati al Piazzale Michelangelo con la sua suggestiva vista sulla città e siamo potuto visitare la chiesa di San Miniato. Ci siamo riavvicinati al centro passando da Palazzo Strozzi e dopo pochi passi eravamo di fronte alla Basilica di Santa Maria Novella. Verso le sei abbiamo preso il treno per tornare a casa.

  • Roberto Balò

    Ciao Agnieszka,
    ecco le correzioni.
    “…verso Piazza della Signoria e qui ci siamo trovati davanti a Palazzo Vecchio e…”
    “Secondo giorno. La giornata è iniziata…”
    “Da qui siamo arrivati al Piazzale Michelangelo con la sua suggestiva vista sulla città e abbiamo potuto visitare la chiesa di San Miniato.”

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.