Edilingua


banner edilingua

Corsi d’arte a Firenze/Art Courses in Florence

Archivi

Aprile: 2014
L M M G V S D
« Mar   Mag »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

L’italiano con Marcello Mastroianni

collageMASTROIANNIImpariamo oggi l’italiano con Marcello Mastroianni, uno degli attori italiani più famosi di tutti i tempi.

Leggi il testo tratto e adattato da Wikipedia ed esegui gli esercizi.

  • ESERCIZIO 1. Completa le parole con due lettere.

Il suo debutto nel cinema a___iene nel 1948 con I miserabili, film di Riccardo Freda trat___ dall’omonimo romanzo di Victor Hugo. Nello stesso periodo comincia ad ottenere piccole parti in ___atro, dapprima in compagnie di dilettanti. Viene nota___ da Luchino Visconti, che gli offre il suo primo r___lo da professionista, in Rosalinda o Come vi piace da Shakespeare (1948) e poi in Un tram che si chiama Desiderio di Tennessee Williams (194), in cui ___terpreta Mitch (Kowalsky è invece interpretato da Vittorio Gassman). In questa oc___sione conosce Flora Carabella, sua futu___moglie, anch’essa im___gnata in un piccolo ruolo. I due si sposa___ nel 1950 e avranno una figlia, Barbara. Il matrimonio con la Carabella terminerà nel 1970 ___che se però i due non divorzieranno mai u___icialmente.

  • ESERCIZIO 2. Unisci le frasi:
  1. L’affermazione definitiva arriva nel 1958 con I soliti ignoti,…
  2. Con Divorzio all’italiana (1961) ottiene il Nastro d’argento, il premio della British Film Academy…
  3. I due capolavori di Federico Fellini: La Dolce Vita (1960) e (1963) gli conferiranno il successo internazionale e la fama di «latin lover»,
  4. Questa è la ragione per cui, subito dopo il successo de La dolce vita, cerca di sfatare il proprio mito di sex symbol…
  5. Nel 1962 il settimanale americano Time gli dedica un servizio,…
  6. Il suo fascino di attore gli derivava, oltre che dalla sua bellezza e da interpretazioni sempre di altissimo livello, anche da un atteggiamento distaccato, a tratti sornione,…
  7. Nel 1963 interpreta in I compagni di Mario Monicelli, il ruolo di un intellettuale socialista…
  8. Nel 1966 debutta anche nella commedia musicale, interpretando per circa tre mesi il ruolo di Rodolfo Valentino in Ciao Rudy di Garinei e Giovannini,…
  9. La critica non sarà tenera con lui,…

La coppia che ha formato con Sophia Loren è stato un sodalizio artistico tra i più riusciti del cinema italiano, che si è snodato con episodi memorabili lungo l’intera carriera di entrambi.

a) dalla quale cercherà, più o meno inutilmente, di difendersi fino all’età più matura.

b) e la nomination all’Oscar come miglior attore protagonista.

c) che fomenta le rivolte di fabbrica, poi sotto la direzione di Vittorio De Sica, con Sophia Loren come protagonista femminile: Ieri, oggi, domani (1963), Matrimonio all’italiana (1964), I girasoli (1970).

d) cantando e ballando tutte le sere e cercando di sfatare un’altra fama che si era creato, quella di eterno pigro.

e) accettando di interpretare il ruolo di un impotente nel film Il bell’Antonio (1961), tratto dall’omonimo romanzo di Vitaliano Brancati.

f) come divo straniero più ammirato negli USA.

g)  anche se lo spettacolo sarà un successo e registrerà sempre il “tutto esaurito”.

h) dal quale sembrava trasparire talvolta una velata malinconia e persino una certa timidezza.

i)  cui segue Adua e le compagne (1960).

  • ESERCIZIO 3. Inserisci le parole al posto giusto:

tra – chiacchieratissima – da – sotto – notevole – sul – protagonista – al fianco di – sceneggiato

Nel 1968 gira Amanti ______________ la regia di Vittorio De Sica. Protagonista femminile è Faye Dunaway, con la quale avrà una breve ma ____________________ storia sentimentale. Nello stesso periodo gira alcuni film in lingua inglese, manifestando una _________________ capacità di dizione anche in questa lingua, a differenza di Sophia Loren, che anche parlando un buon inglese non riuscirà mai a liberarsi del suo accento dialettale. Nel 1971 lavora con Marco Ferreri in La cagna e _________ set conosce Catherine Deneuve, con la quale intreccerà una lunghissima relazione, _____________ cui nascerà Chiara. L’anno successivo si trasferisce a Parigi e avrà l’opportunità, ______________ il 1972 e il 1974, di lavorare in numerose pellicole francesi. Tornato in Italia, riprende a interpretare ruoli in commedie leggere, film d’autore, drammi a tinte forti, film grotteschi. Nel 1978 debutta in uno _________________ televisivo: Le mani sporche, che Elio Petri trae da Sartre. Prima d’allora Mastroianni non aveva mai lavorato in TV. Nel 1980 viene richiamato da Federico Fellini, che, a diciotto anni da 8 ½, lo rivuole ____________________ ne La città delle donne. Lavorerà con lui ancora nel 1985 in Ginger e Fred, _____________________ Giulietta Masina, e nel 1987 in Intervista.

  • ESERCIZIO 4. Scegli l’opzione giusta.

Nel 1988 è protagonista insieme a Massimo Troisi di Splendor e Che ora è?, entrambi diretti da Ettore Scola. Per quest’ultimo film i due protagonisti PRENDERANNO/RICEVERANNO/OTTERRANNO la coppa Volpi alla Mostra del Cinema di Venezia. Negli anni novanta, Marcello Mastroianni GIRA/TORNA/FA soprattutto all’estero, con grandi autori del cinema internazionale. PRESO/COLPITO/ATTACCATO da un tumore del pancreas, poco prima della sua scomparsa, realizza durante la lavorazione del suo ultimo film (Viaggio all’inizio del mondo di Manoel de Oliveira) una INTERMINABILE/INFINITA/LUNGA auto-confessione (Mi ricordo, sì… mi ricordo, curata da Annamaria Tatò, la sua ultima compagna) che è considerata da molti il suo testamento spirituale. L’ultimo IMPEGNO/ANNO/IMPIEGO fu la commedia (Le ultime lune) nei teatri italiani. Faceva tre flebo al giorno, e recitava quasi sempre SEDENDO/SEDENTE/SEDUTO. Molte date previste non furono realizzate a causa dell’aggravarsi dello stato di salute. Dopo un malore, ERA/FU/FOSSE l’attore stesso a chiedere di non andare avanti con la tournée. Fece l’ultima recita a Napoli, poi tornò a Parigi. Si spense nel suo appartamento di Parigi il 19 dicembre 1996, stroncato CON LA/PER LA/DALLA malattia ed assistito dalla figlia minore, Chiara. Le sue spoglie riposano nel cimitero del Verano, a Roma.

Articoli correlati
L’italiano con Sofia Loren
L’italiano con La Dolce Vita di Federico Fellini
L’italiano con Roma città aperta
L’italiano con Amarcord di Federico Fellini
Storia del cinema italiano: una comprensione su Roberto Rossellini
Storia del cinema italiano (1): dalle origini al 1943
Il Neorealismo
Il cinema di genere
Film italiani consigliati per studenti di italiano L2/LS

Accademia del Giglio, lingua italiana, arte e cultura a Firenze.

All’Accademia del Giglio è possibile frequentare corsi di storia dell’arteworkshop intensivi di tecniche pittoriche classicheworkshop di scultura e corsi di lingua italiana per stranieri a Firenze.

Seguiteci su FacebookTwitterLinkedInPinterest e Foursquare.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.