Edilingua


banner edilingua

Corsi d’arte a Firenze/Art Courses in Florence

Archivi

Gennaio: 2016
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Italiano con le canzoni: “E ti vengo a cercare” di Franco Battiato

battiato

In questa famosa canzone di Franco Battiato sono spariti i pronomi diretti e indiretti: ascoltala e completala.

E ti vengo a cercare
anche solo per veder___ o parlare
perché ho bisogno della tua presenza
per capire meglio la mia essenza.

Questo sentimento popolare
nasce da meccaniche divine
un rapimento mistico e sensuale
___ imprigiona a ___ .

Dovrei cambiare l’oggetto dei miei desideri
non accontentar___ di piccole gioie quotidiane
fare come un eremita
che rinuncia a sé.

E ti vengo a cercare
con la scusa di dover___ parlare
perché ___ piace ciò che pensi e che dici
perché in ___ vedo le mie radici.

Questo secolo oramai alla fine
saturo di parassiti senza dignità
___ spinge solo ad essere migliore
con più volontà.

Emancipar___ dall’incubo delle passioni
cercare l’Uno al di sopra del Bene e del Male
essere un’immagine divina
di questa realtà.

E ti vengo a cercare
perché sto bene con ___
perché ho bisogno della tua presenza.

Il significato della canzone. Questi testi cercano di spiegare che cosa significa la canzone. Anche qui abbiamo avuto dei problemi con i pronomi: scegli quello corretto.

Come in quasi tutte le canzoni di Battiato io ti/ci/mi vedo un significato legato alla ricerca spirituale. Per mi/si/me è chiaramente una canzone sulla ricerca spirituale nel momento in cui dice “emanciparmi dall’incubo delle passioni”. Ora l’amore mi risulta essere una delle passioni più intense e quindi credo che coerentemente lo/la/lui stia cercando attraverso queste parole una ricerca di pace e di serenità spirituale.

Una appassionata ricerca spirituale e la ricerca della pace interiore sono i temi fondamentali che se/ci/si intrecciano tra di loro/li/le nel testo profondo di questa canzone.

Non posso capire la mia essenza rapportandomi/lo/te a un altro individuo mio pari, perché non riuscirei a trarre dalla sua presenza nulla di più di quanto riuscirei a trarre da mi/me/io stesso: per poterti/mi/lo fare è necessario rapportarsi a qualcuno di più grande di io/mi/me e/o di un mio pari, da cui poter “attingere” qualcosa in più…

Testi tratti e adattati da Significatocanzone e da questo blog.

Articoli correlati
I pronomi diretti, indiretti e combinati.

Italiano con le canzoni di Franco Battiato:
Te lo leggo negli occhi
Passacaglia
Summer on a solitary beach
La cura
Povera patria
L’alieno (di Luca Madonia con Carmen Consoli e Franco Battiato).

Per assistenza contattate gli insegnanti dell’Accademia del Giglio, lingua italiana, arte e cultura a Firenze: adg.assistance@gmail.com
Seguiteci su FacebookTwitterLinkedInPinterest e Foursquare.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.