Edilingua


banner edilingua

Corsi d’arte a Firenze/Art Courses in Florence

Archivi

Novembre: 2013
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

L’italiano con un aperitivo d’autunno

Simone Rugiati

Simone Rugiati

Guarda il video tratto dal programma “Food maniac”, condotto dallo chef Simone Rugiati in onda su La7. Rispondi poi alle domande. Ti consigliamo di guardare una prima volta il video per intero senza interruzioni e di guardarlo una seconda volta stoppandolo mano a mano che rispondi alle domande.

Cachi mela, detti anche cachi vaniglia

Cachi mela, detti anche cachi vaniglia

  1. Quali sono i frutti che Simone presenta?
  2. Qual è il sapore del caco mela?
  3. Come sono le prugne?
  4. Perché Simone toglie la parte centrale dell’arancia?
  5. Quali sono le qualità dell’acciaio?
  6. Quale contributo daranno i fichi al cocktail “sangria settembrina”?
  7. Come bisogna trattare la menta prima di aggiungerla al cocktail?
  8. Quali sono le proprietà del ginger?
  9. Perché gira la bottiglia di vino?
  10. Come va tagliato l’Asiago?
  11. Perché aggiunge le noci?
  12. Che cos’è un “after ring” per Simone?
  13. Che sapore ha la salsetta che ha preparato Simone?
  14. Che cosa deve saper gestire il cuoco in questi casi?
  15. Quale ingrediente usa sia con il caco che con il fico?
  16. Perché la prugna si abbina bene alla pancetta?
  17. Perché aggiunge gli spinacini alla lasagnetta?
  18. Quanto deve restare in frigo la “sangria settembrina”?

Nel video hai ascoltato queste parole:

a) rabboccare, “rabbocco col succo di mela”.

b) tamponare, “lavo l’uva bene e la tampono”.

c) glassare, “vado a glassarli con il miele”.

d) gheriglio, “gherigli di noce”.

e) assemblare, “assemblare, senza cuocere”.

f) sformare, “sformare la lasagnetta”.

Abbina queste parole a queste frasi:

  1. mettere insieme, combinare con cura;
  2. capovolgere il contenuto di modo che resti compatto;
  3. si usa solo per indicare una parte di un frutto;
  4. ricoprire  con un liquido appiccicoso che poi si solidificherà;
  5. riempire un contenitore già quasi pieno;
  6. asciugare accuratamente con un panno;

Articoli correlati
L’italiano con le ricette di Benedetta Parodi: pane al cioccolato
L’italiano con le ricette di Benedetta Parodi: penne al pesto di zucchine e frittelle di lenticchiepasta alla Norma
La lingua italiana in cucina (1): gli utensili
Esercizio d’italiano per studenti stranieri A2/B1: tutti ai fornelli!
La lingua italiana in cucina (2): la batteria di pentole
Italiano con le ricette: Farfalle gialle con piselli gratinati
Videocomprensione: lasagne al pesto con verdure

Per soluzioni e assistenza contattate gli insegnanti dell’Accademia del Giglio, lingua italiana, arte e cultura a Firenze: adg.assistance@gmail.com.

Amici su Facebook? E su Twitter ci segui? No? Allora LinkedIn!

 

 

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.