Edilingua


banner edilingua

Corsi d’arte a Firenze/Art Courses in Florence

Archivi

Gennaio: 2013
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Italiano con le canzoni: “Vivere il mio tempo” dei Litfiba

Ancora un testo dei Litfiba, storico gruppo fiorentino, per imparare l’italiano. La canzone “Vivere il mio tempo” ti aiuterà a prendere confidenza con il modo condizionale e arricchirà il tuo vocabolario, soprattutto quello legato al mare.

Per prima cosa prova a coniugare i verbi tra parentesi al condizionale presente e scegli la parola che ti sembra corretta tra quelle suggerite (aiutati con le immagini). Poi ascolta la canzone e controlla.

(Io farti) __________ volare sulle onde/nuvole
sulla vita come un’altalena
e parlare pure con i cavalli marini/pesci
come una sirena.

Ti (io volere) __________ insegnare l’equilibrio
sopra un mare che è sempre tempesta/calmo
per vivere il tuo tempo
e starci bene dentro.

Se ridi ora sorridi
questo gioco è un gioco di equilibrio
devi solo farci un po’ la mano perché
stare nel mio tempo è viverlo da dentro.

Sorridi ora
(Io dirti) __________ “hai ancora voglia di nuotare in questo mare?”
Aspettiamo l’aurora quando i più bei frutti saranno di tutti
(Io farti) __________ volare sulle onde/nuvole
Sopra un mare che è sempre tempesta/calmo perché
vivere il tuo tempo
è un equilibrio dentro.

Sorridi ora
(Io dirti) __________ “hai ancora voglia di nuotare in questo mare?”
Aspettiamo l’aurora quando i più bei frutti saranno di tutti
(Io dirti) __________ “hai ancora voglia di nuotare in questo mare?”
Aspettiamo l’aurora quando i più bei frutti saranno di tutti

Onde

Nuvole

Tempesta

 

 

 

 

 

 

 

Comprensione. Leggi il seguente testo tratto e adattato da Wikipedia e rispondi alle domande.

Infinito è il nono album in studio dei Litfiba ed è l’ultimo in cui appare come cantante Piero Pelù prima della separazione (durata fino al 2009) e dedicato al tema del tempo. Viene definito dalla band come l’ultimo disco di quella che avrebbe dovuto essere la tetralogia degli elementi, divenuta quindi pentalogia degli elementi se si considera il tempo come quinto elemento, iniziata nel 1990 con l’uscita di El diablo e che invece raccoglie cinque album aventi ognuno un tema definito.

Il disco costituisce una svolta nella discografia del gruppo. Seguito dell’acclamato Mondi sommersi presenta infatti musiche lontane dall’ormai caratteristico stile rock della band, con l’utilizzo di chitarre più morbide e di un suono meno aggressivo. La voce di Piero Pelù, poi, provoca non pochi dibattiti tra i fans del gruppo: il suo modo di cantare, femmineo e spesso vicino al falsetto, rappresenta infatti una rivoluzione rispetto al suo tipico cantato aggressivo. I nove brani che compongono l’album, scritti tutti da Piero Pelù e Ghigo Renzulli si muovono quindi tra il pop e la sperimentazione rispetto alle musiche nere e addirittura al disco-pop. Il disco e il successivo tour, durante il quale i dissapori tra i due componenti principali arrivano alla rottura definitiva, sono comunque enormi successi, tanto che l’album arriva a quasi un milione di copie.

In una video-intervista al duo Pelù-Renzulli svoltasi nel periodo della riunione i due ammetteranno di aver realizzato il disco “a tavolino”, cioè costruendolo con in testa l’interesse del mercato di massa nonché ripescando pezzi scartati dai precedenti lavori.

I testi, scritti interamente da Piero Pelù, non hanno una particolare coerenza tematica, anche se il tempo nelle sue varie declinazioni torna ripetutamente. Le liriche dei brani vanno così dall’intimismo (“Il mio corpo che cambia”, “Incantesimo”, “Canto di gioia”) alla critica sociale in senso molto largo (“Nuovi rampanti” e “Mascherina”). Troviamo poi anche un brano dedicato a un amico francese della band (“Frank”), uno legato alla lotta contro lo scorrere del tempo (“Prendi in mano i tuoi anni”) e una dolce ballata d’amore (“Vivere il mio tempo”, che Pelù dichiarò di aver scritto per le figlie). In “Sexy dream”, Pelù duetta con Mara Redeghieri, storica voce degli Ustmamò.

Domande. Rispondi Vero o Falso.

1. Infinito è l’ultimo album dei Litfiba prima del temporaneo scioglimento del gruppo. V/F

2. Dopo Infinito i Litfiba non si sono più rimessi insieme. V/F

3. Questo album ha come tema il tempo. V/F

4. I Litfiba hanno composto quattro album tematici. V/F

5. El diablo è il primo album dei Litfiba. V/F

6. In questo disco il modo di cantare di Piero Pelù è più aggressivo del solito. V/F

7. Il disco è stato scritto pensando attentamente al mercato. V/F

8. Infinito non ha avuto molto successo. V/F

9. La canzone Vivere il mio tempo è dedicata a Mara Redeghieri. V/F

10. Tutti i testi sono stati scritti da Piero Pelù e Ghigo Renzulli. V/F

Articoli correlati

Canzoni su Firenze.
Italiano con le canzoni dei Litfiba: Gioconda e Elettrica.
Italiano con le canzoni sul mare: Pryntyl di Vinicio Capossela e Pinne, fucile ed occhiali di Edoardo Vianello.
Impara l’italiano con oltre 50 NUOVE canzoni!

Per soluzioni e assistenza contattate gli insegnanti dell’Accademia del Giglio, lingua italiana, arte e cultura a Firenze: adg.assistance@gmail.com.

Seguiteci su FacebookTwitterLinkedInPinterest e Foursquare.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.