Edilingua


banner edilingua

Corsi d’italiano on line/On line italian language courses

Archivi

Marzo: 2015
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Italiano con la letteratura: “Il filobus n. 75” di Gianni Rodari – seconda parte. Pronomi e preposizioni

Roma, il Tevere

Roma, il Tevere

Ecco qui la seconda parte del racconto sull’ormai nostro filobus numero 75. In questo brano mancano alcuni elementi, come pronomi e preposizioni (articolate e non), che dovete inserire voi: questo costituisce l’esercizio da fare.

Si riparte, finalmente. Il ponte è attraversato addirittura a gran velocità, adesso. Si fila, grazie al cielo, si scappa. E mentre all’improvviso ogni angolo del filobus _____ riempie di un festoso chiacchiericcio, di risatelle cascanti, di aria fresca, _____ accorgiamo che l’azienda _____ ha organizzato una piccola sorpresa. Dovremmo essere _____ via Arenula, e invece siamo al Testaccio; dovremmo sbucare ______ largo Argentina e invece sbuchiamo ______ una campagna aperta e splendente, e corriamo, corriamo _____ vento in poppa, navighiamo nell’azzurro e nel verde, nel rosa e nel sereno. Chi _____ tiene più?
– Siamo salvi! – grida _____ mie spalle il funzionario. _____ conosco, è un mio vicino di casa. _____ incontriamo sul portone, qualche volta _____ inchiniamo cerimoniosamente, _____ cediamo il passo, sussurrando un saluto. Sento _____ prima volta la sua voce spiegata, una bella voce baritonale, _____ timbro arguto.
– Salvi, siamo salvi!
Tutti ridono, e il fattorino, agitando il pacchetto dei biglietti, interviene: – L’azienda non è insensibile, signore e signori, _____ grido _____ dolore che sale dai passeggeri. – E dopo un attimo, superando i gridolini di sorpresa della vecchia signorina: – Siamo arrivati. Tutti scendono.
Siamo arrivati. Dove? Nessuno _____ sa e nessuno _____ vuol sapere. Siamo ____ aperta campagna, _____ riva _____ fiume: ci sono alberi, erbe, fiori, profumi, sassi, terra, cielo, sole.
– È meraviglioso, – dico al conducente, che _____ è ficcato il berretto in tasca e _____ sta sdraiando _____ prato. – Succede spesso?
– Spesso no, qualche volta. Succede soltanto quando tutti i passeggeri hanno lo stesso pensiero. Ma proprio tutti, fino _____ ultimo.
Cerco _____ occhi il giovane seminarista. Ecco_____ là, nel fiume, bronzeo, biondo e allegro. Ha lasciato la tonaca e il breviario _____ spiaggetta e ora ci saluta con un acutissimo Jodel. Tedesco, dunque, bavarese o austriaco.
È stato l’ultimo _____ accorgersi della primavera. Mancava solo il suo pensiero, probabilmente, _____ fare l’unanimità. E appena l’unanimità si è raggiunta, la molla è scattata: tutti in primavera, festa _____ tutti.

Articoli correlati
Italiano con la letteratura: “Il filobus n. 75″ di Gianni Rodari – prima parte. Lessico
Italiano con la letteratura: “Il filobus n. 75″ di Gianni Rodari – terza parte. Verbi e preposizioni
Italiano con le fiabe: Buona Pasqua con “Il pulcino cosmico” di Gianni Rodari
Italiano con la letteratura: buon Primo maggio con una filastrocca di Gianni Rodari
Italiano con una filastrocca sul Natale di Gianni Rodari (con file audio)
Italiano con la poesia: Il gatto inverno di Gianni Rodari
L’italiano con la poesia: “Una scuola grande quanto il mondo” di Gianni Rodari
Poesia italiana per studenti stranieri di livello A1: “Dopo la pioggia” di Gianni Rodari

Per soluzioni e assistenza contattate gli insegnanti dell’Accademia del Giglio, lingua italiana, arte e cultura a Firenze: adg.assistance@gmail.com.

Social networks

Seguiteci su FacebookTwitterLinkedInPinterest e Foursquare.

3 comments to Italiano con la letteratura: “Il filobus n. 75” di Gianni Rodari – seconda parte. Pronomi e preposizioni

  • Susanne

    puh, non facile per me! ma ci ho provato lo stesso e aspetto le vostre correzioni :-)

    si riempie – ci accorgiamo – ci ha organizzato – essere in via Arenula – sbucare al largo A. – sbuchiamo in una campagna aperta – corriamo col vento in poppa – Chi si tiene più?
    grida alle mie spalle – lo conosco – ci incontriamo – ci inchiniamo – ci cediamo – sento per la prima volta – a (con?) timbro arguto
    un grido di dolore
    nessuno lo sa e nessuno lo vuol sapere – siamo in aperta campagna, sulla riva del fiume – che si è ficcato – si sta sdraiando sul prato
    fino all’ultimo
    Cerco con gli occhi – Eccolo là – il breviario sulla spiaggetta
    ultimo ad (di?) accorgersi – per fare – festa per tutti
    ???

  • Cecilia

    Sei stata brava, ma ci sono alcuni errori (non è colpa tua: le preposizioni sono proprio una brutta bestia!). Ecco le correzioni:
    IN Largo Argentina
    chi CI tiene più
    DAL timbro arguto
    AL grido di dolore
    IN riva AL fiume
    AD accorgersi

  • Susanne

    grazie mille! sì, le preposizioni spesso sono ancora molto difficili per me :-(

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.