logo adgblog

Archivi

Novembre: 2013
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

L’italiano col giallo: lo smemorato di Collegno (3)

Il film parodia che ne feceTotò

Il film parodia che ne feceTotò

Avete letto la prima e la seconda parte dello smemorato di Collegno e volete sapere come andò a finire? Continuate a leggere e a svolgere gli esercizi:

  • Trova i sinonimi di queste parole fra quelle sottolineate nel testo:

storia – bugiardo – diffuse – quindi – inizio – ordini – dichiarava – dichiararsi – ufficio

L’11 marzo 1927, pochi giorni dopo lo scoppio del caso, l’organo di censura e voce del Partito Fascista diramò un comunicato in cui affermava che lo smemorato era un emerito simulatore, in quanto risultava essere il pregiudicato Mario Bruneri. Questo comunicato, pertanto, indusse tutti i principali quotidiani a schierarsi a favore della tesi Bruneri. Tali direttive, conosciute come veline, dovevano essere eseguite. Per anni i giornali avevano dato ampio spazio alla vicenda, stimolando l’opinione pubblica a favore o contro l’identificazione dello sconosciuto con Canella.

  • completa le parole con due sole lettere.

Nel 1931, il neuropsichiat____ ed esperto di trau____ di guerra Alfredo Coppola, pubbli_____ “Il caso Bruneri-Canella all’esame neuropsichiatrico”: nel testo si sosteneva che lo smemorato fosse Bruneri, che simula___ un’amnesia retrograda. L’anali____ venne condotta con metodi di valutazione cognitiva che per l’epoca erano molto avanza____. Coppola era convinto che lo smemorato fosse un simulato____ anche prima di incontrare lo smemorato. Chiamato dal tribunale per chiarire se lo smemorato fosse mala_____ o no concluse affermando che lo smemorato fosse Bruneri e dunque un simulato_____ e che quindi non fosse mala_____.

  • Inserisci le preposizioni seguenti:

da – dell’ – di – con – con – nel – da

__________1931 giunse l’ultima sentenza: lo smemorato era Bruneri, che avrebbe dovuto quindi scontare le residue condanne. Il giudizio venne deciso ___________ sette giudici pro e sette contro. La corte dichiarò “illegittimi” i figli avuti dalla Canella ________ lo smemorato e dichiarò “immorale” la loro unione.
Alcuni giornali trovarono ulteriore conferma ___________identità del personaggio con Bruneri, e non col capitano Canella, in una semplice constatazione: lo smemorato non riportava alcuna traccia ____________ ferite alla testa, contrariamente ____________ quanto doveva risultare secondo il racconto dei commilitoni. La prova non fu mai portata in tribunale ___________ nessuna delle parti interessate.

  • Inserisci i seguenti verbi al passat0 remoto:

riprese – cominciò – si trasferì – pubblicò – diede – registrò – andò – divenne

Il fatto che la Canella avesse vissuto insieme (more uxorio) allo smemorato ___________________ oggetto di scandalo e __________________ adito a chiacchiere di malelingue sulla donna. La sua condizione divenne intollerabile, tanto che, su insistenza del padre, _________________ in Brasile, insieme con il presunto marito, non appena questi ebbe scontata la pena carceraria. Il governo brasiliano iscrisse i tre figli della coppia con il cognome Canella, e _________________ lo Smemorato col nome di Giulio Canella, riconoscendogli il titolo di professore. La famiglia _______________ a vivere a Rio de Janeiro, dove lo Smemorato _________________ a collaborare saltuariamente con alcuni giornali locali. A Rio de Janeiro lo Smemorato __________________ lo studio della filosofia, arrivando a scrivere al papa alcune sue riflessioni. Imparò il portoghese in brevissimo tempo, tenne conferenze, collaborò a giornali e _________________ diversi saggi.

  • Riordina il testo.
  1. ____
  2. ____
  3. ____
  4. ____
  5. ____

a) Giulia Canella continuò la lotta per riaprire il processo e far riconoscere lo smemorato come proprio marito.

b) Bruneri morì a Rio de Janeiro il 12 dicembre 1941, registrato con il nome di Julio Canella.

c) Il 1º aprile 2009 il programma televisivo Chi l’ha visto, trasmesso da Rai 3 ha ripreso in esame il caso, affidando ai RIS dei Carabinieri le lettere inviate da Canella alla moglie dal fronte, e le lettere scritte dallo “smemorato” durante la detenzione in carcere.

d) L’obiettivo è di cercare e comparare eventuali tracce di DNA. Gli esami non hanno ancora avuto un esito.

e) Dopo 50 anni di questa lotta morì anche lei, nel 1977, sostenendo sino all’ultimo di non aver mai dubitato che lo smemorato fosse il suo amato Giulio.

  • Rileggi tutti e tre i post dedicati allo smemorato di Collegno e ascolta poi il podcast di Carlo Lucarelli dedicato a questo caso. Quanto hai capito di quello che racconta Lucarelli? Hai trovato delle differenze coi post letti?

Testo tratto e adattato da Wikipedia

Articoli correlati
Le forme del passato remoto
L’uso del passato remoto
Il passato remoto irregolare
I principali passati remoti irregolari
L’italiano e il gergo del crimine: il test.
L’italiano e il gergo del crimine: “Il caso Claps: una storia italiana”
Qualche esercizio sulla forma passiva all’insegna del giallo

All’Accademia del Giglio è possibile frequentare corsi di lingua italiana per stranieri, corsi di storia dell’arte, workshop intensivi di tecniche pittoriche classiche e altro ancora.

Social

Seguiteci anche su FacebookTwitterLinkedInPinterestFoursquareG+ e Instagram.

2 comments to L’italiano col giallo: lo smemorato di Collegno (3)

  • l’inizio/l’ufficio/diffuse/dichiarava/bugiardo/quindi/dichiararsi/ordini/storia/

    Nel 1931, il neuropsichiat_RA___ ed esperto di trau_MA___ di guerra Alfredo Coppola, pubbli__CO`___ “Il caso Bruneri-Canella all’esame neuropsichiatrico”: nel testo si sosteneva che lo smemorato fosse Bruneri, che simula_VA__ un’amnesia retrograda. L’anali__SI__ venne condotta con metodi di valutazione cognitiva che per l’epoca erano molto avanza_TE___. Coppola era convinto che lo smemorato fosse un simulato__RE__ anche prima di incontrare lo smemorato. Chiamato dal tribunale per chiarire se lo smemorato fosse mala_TO____ o no concluse affermando che lo smemorato fosse Bruneri e dunque un simulato_RE____ e che quindi non fosse mala_TO____.

    ___NEL_______1931 giunse l’ultima sentenza: lo smemorato era Bruneri, che avrebbe dovuto quindi scontare le residue condanne. Il giudizio venne deciso ___CON________ sette giudici pro e sette contro. La corte dichiarò “illegittimi” i figli avuti dalla Canella __CON______ lo smemorato e dichiarò “immorale” la loro unione.
    Alcuni giornali trovarono ulteriore conferma ___DELL’________identità del personaggio con Bruneri, e non col capitano Canella, in una semplice constatazione: lo smemorato non riportava alcuna traccia ____DI________ ferite alla testa, contrariamente ____A________ quanto doveva risultare secondo il racconto dei commilitoni. La prova non fu mai portata in tribunale ___DA________ nessuna delle parti interessate.

    Il fatto che la Canella avesse vissuto insieme (more uxorio) allo smemorato ______DIVENNE_____________ oggetto di scandalo e _____ diede _____________ adito a chiacchiere di malelingue sulla donna. La sua condizione divenne intollerabile, tanto che, su insistenza del padre, _______ANDO`__________ in Brasile, insieme con il presunto marito, non appena questi ebbe scontata la pena carceraria. Il governo brasiliano iscrisse i tre figli della coppia con il cognome Canella, e ___________ registrò ______ lo Smemorato col nome di Giulio Canella, riconoscendogli il titolo di professore. La famiglia _______ si trasferì ________ a vivere a Rio de Janeiro, dove lo Smemorato _________ cominciò ________ a collaborare saltuariamente con alcuni giornali locali. A Rio de Janeiro lo Smemorato ________ riprese __________ lo studio della filosofia, arrivando a scrivere al papa alcune sue riflessioni. Imparò il portoghese in brevissimo tempo, tenne conferenze, collaborò a giornali e _________ pubblicò ________ diversi saggi.

    1. B) Bruneri morì a Rio de Janeiro il 12 dicembre 1941, registrato con il nome di Julio Canella.
    2. a) Giulia Canella continuò la lotta per riaprire il processo e far riconoscere lo smemorato come proprio marito.
    3. d) L’obiettivo è di cercare e comparare eventuali tracce di DNA. Gli esami non hanno ancora avuto un esito.
    4. e) Dopo 50 anni di questa lotta morì anche lei, nel 1977, sostenendo sino all’ultimo di non aver mai dubitato che lo smemorato fosse il suo amato Giulio.
    5. c) Il 1º aprile 2009 il programma televisivo Chi l’ha visto, trasmesso da Rai 3 ha ripreso in esame il caso, affidando ai RIS dei Carabinieri le lettere inviate da Canella alla moglie dal fronte, e le lettere scritte dallo “smemorato” durante la detenzione in carcere.

  • roberto balò

    L’ordine giusto dell’ultimo esercizio è il seguente:
    b)
    a)
    e)
    c)
    d)

    Gli altri esercizi sono corretti.

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.