Iscriviti alla newsletter


logo adgblog

Categorie

Archivi

Giugno 2018
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

La forma di cortesia in italiano con esercizi

la forma di cortesia

Scopriamo la differenza tra linguaggio formale e informale in italiano.

Quando ci rivolgiamo in modo diretto a una persona, a voce o per iscritto, dobbiamo scegliere se usare un modo informale o formale (forma di cortesia).

INFORMALE
Il modo informale si usa con parenti, amici, bambini o persone con cui abbiamo un rapporto molto amichevole: in questo caso usiamo il pronome tu e il verbo alla seconda persona singolare.
Esempio: Carla cosa fai (tu)?

Se dobbiamo usare un pronome diretto, indiretto o riflessivo, nel caso di una conversazione informale useremo ti. Esempio con pronome diretto: Ti saluto.
Esempio con pronome indiretto: Ti penso sempre o anche Penso sempre a te.
Esempio con pronome riflessivo: Come ti senti?

FORMALE
Il modo formale si usa con persone che non conosciamo, con cui non c’è un rapporto di amicizia: in questo caso usiamo il Lei e il verbo alla terza persona singolare.
Esempio: Signor Gatti, cosa fa (Lei) di lavoro?

Se dobbiamo usare un pronome diretto, indiretto o riflessivo, nel caso di una conversazione formale useremo La, Le o Si.
Esempio con pronome diretto: Signor Gatti, La saluto.
Esempio con pronome indiretto: Signor Gatti, Le telefono più tardi.
Esempio con pronome riflessivo: Come Si sente?

ACCORDARE GLI AGGETTIVI E I PARTICIPI PASSATI
Se nella frase ci sono degli aggettivi o participi passati bisogna accordarli a seconda del sesso della persona con cui stiamo parlando.
Esempi:
1. Signor Gatti, Lei è molto alto.
2. Signora Gatti, Lei è molto alta.
3. Signor Gatti, Lei è già stato al museo?
4. Signora Gatti, Lei è già stata al museo?

Se usiamo il pronome atono La, il participio può accordarsi al femminile anche se parliamo con un uomo:
Esempio: Signor Gatti, L’ho invitata a visitare il museo.

Forma di cortesia al PLURALE
Esiste anche il plurale formale: in questo caso usiamo di solito Voi e in situazioni molto formali Loro.
Esempio. Il cameriere al ristorante può dire:
1. Cosa prendete? (Voi)
2. Cosa prendono, Signori? (Loro)

MAIUSCOLE
I pronomi di cortesia formali è meglio scriverli con la lettera maiuscola: è il caso ad esempio di una email scritta al professore o in una lettera commerciale.

QUANDO SI USA LA FORMA DI CORTESIA
È difficile stabilire una regola precisa dell’uso del Lei. Dipende molto dall’età, dal grado di conoscenza tra i due interlocutori e anche dal contesto in cui avviene un dialogo. Ultimamente la forma di cortesia si usa molto meno, soprattutto nei negozi e su internet. A volte si usa una forma mista di formale e informale: ad esempio si dice Buongiorno o Buonasera e poi si usa il tu.

Esercizio 1. Decidi se nelle seguenti situazioni useresti l’informale (I), il formale (F) o entrambi (E).

1. Un bambino parla con suo nonno. I/F/E
2. Un signore chiede indicazioni a un vigile urbano. I/F/E
3. Un signore domanda l’età a un ragazzo. I/F/E
4. Uno studente chiede una spiegazione al suo professore. I/F/E
5. Una signora chiede informazioni su un abito alla commessa. I/F/E
6. Una signora scrive una lettera per avere un colloquio di lavoro. I/F/E
7. Un bambino parla con la maestra. I/F/E
8. Un signore ordina un caffè. I/F/E
9. Una signora parla con la parrucchiera. I/F/E
10. Un professore interroga uno studente. I/F/E
11. Un ragazzo parla con una ragazza appena conosciuta. I/F/E
12. Un ragazzo scrive una mail al suo professore. I/F/E

Esercizio 2. Scegli le forme corrette tra quelle proposte.

1. Signora Rossi, vorrei darLa/Le/Gli un consiglio per la Sua/Tua/Vostra attività.
2. Giovanni, mi passeresti/passerebbe quel libro?
3. Gentili spettatori, come si/vi sente/sentono?
4. Mi scusa/scusi Signore, sa/sai dirmi dove si trova piazza della Libertà?
5. Professore, pensa/pensi che questo esercizio sia utile?
6. Allora Avvocato La/Le/Vi invio una mail con tutti i dati.
7. Signor Bianchi, La/Lei/Lui è molto rispettosa/o
8. Carla ieri non La/Ti/Si ho visto al concerto.
9. Signorina Verdi, Si/Ti è preparata/o bene per questo esame?
10. Maestra dove è/sei andata/o in vacanza?
11. La/Le/Ti piace venire in discoteca?
12. Come la/lo vuoi/vuole il caffè Signora, lungo o ristretto?
13. Nonno, quanti anni ha/hai?
14. Benissimo Signori e di secondo cosa prenda/prende/prendete?
15. Signorina Giulia, Lei/Lui/Tu sta/stai sempre molto attenta/o.

Se hai trovato utili questi esercizi potresti offrici un caffè… o due!

buy me a coffee
Clicca sull’immagine

Articoli correlati

La forma di cortesia con i pronomi La e Le
Scrivi la ricetta! Usa l’imperativo informale
Congiunzioni più o meno formali: un esercizio
Dare istruzioni con la forma impersonale di cortesia
Imperativo alla forma negativa e con pronomi

Adgblog è il blog ufficiale dell’Accademia del Giglio, scuola di lingua, arte e cultura a Firenze.

Social

Seguiteci anche su FacebookTwitterLinkedInPinterestFoursquareAnobiiTikTok e Instagram.

Newsletter

Se vuoi rimanere aggiornato sulle novità di adgblog iscriviti alla nostra newsletter.

newsletter logo

4 comments to La forma di cortesia in italiano con esercizi

  • Filippo

    Salve, si scrive ” Fate quello che RITENIATE giusto ” oppure ” Fate quello che RITENETE giusto ” ?

    Insomma , in questi casi , con il ” fate ” , probabilmente all’imperativo , si usa il congiuntivo oppure l’indicativo ?

  • Roberto Balò

    Con “quello che” si usa l’indicativo.

  • meli

    1. Signora Rossi, vorrei darLe un consiglio la Sua attività.
    2. Giovanni, mi passeresti quel libro?
    3. Gentili spettatori, come si sentono?
    4. Mi scusi Signore, sa dirmi dove si trova piazza della Libertà?
    5. Professore, pensa che questo esercizio sia utile?
    6. Allora Avvocato Le invio una mail con tutti i dati.
    7. Signor Bianchi, Lei è molto rispettoso
    8. Carla ieri non Ti ho visto al concerto.
    9. Signorina Verdi, Si è preparata bene per questo esame?
    10. Maestra dove è andata in vacanza?
    11. Ti piace venire in discoteca?
    12. Come lo vuole il caffè Signora, lungo o ristretto?
    13. Nonno, quanti anni hai?
    14. Benissimo Signori e di secondo cosa prendete?
    15. Signorina Giulia, Lei sta/stai sempre molto attenta.

  • Roberto Balò

    Benissimo Melita,
    solo la 10 è dubbia: alla maestra di solito i bambini danno del tu.
    La 15 è “Lei sta”
    Buono studio!

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.