logo adgblog

Iscriviti alla newsletter

Categorie

Archivi

Metaforica-mente: parlando e… in pubblicità! (Attività di livello B1/B2)

Molto spesso è difficile riuscire a spiegare le metafore dei modi di dire italiani più comuni. Il motivo è semplice: parlare per metafore, ovvero parlare in modo figurato, presuppone “un’identità” culturale oltre che linguistica. È ancora più difficile fare in modo che gli studenti, una volta appreso il nostro modo di dire, se lo ricordino e possano anche farne uso. A poco serve cercare di contestualizzare la metafora, fare molti esempi e magari proporre una serie di esercizi mirati. Per fortuna, la pubblicità in questi giorni ci viene incontro grazie alla simpatica campagna “Riso su riso” di Galbusera. Due sono i video proposti.

Video 1. Una ragazza raccoglie le confidenze, ricche di metafore, di un’amica delusa in amore e se le immagina “alla lettera” scoppiando in una fragorosa risata di fronte agli occhi increduli e allibiti dell’altra ragazza.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=mQ9mH3MAEe0[/youtube] Video 2. In un altro spot, una giovane donna ascolta il marito lamentarsi della classica giornataccia al lavoro e ancora una volta si immagina la scena, vedendola senza il filtro della metafora, e la sua ilare reazione ha come unico risultato quello di indurre la stizza dell’uomo.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=O5afaUJqZpY[/youtube]

L’attività che ho pensato può essere svolta a conclusione di un’unità didattica sul lessico del lavoro o sul lessico dei sentimenti. Ovviamente i due video dovranno essere presentati separatamente, nell’ambito di due UD diverse.

Durata: 15 minuti circa.

Obbiettivi: memorizzazione di alcune espressioni tipiche del parlare comune.

Livello: B1/B2.

Motivazione. Elicitazione del lessico con domande: es. video 1) Come ci si sente dopo una delusione in amore? La delusione può essere improvvisa? Quali sono le situazioni che causano una simile sensazione? Video 2) Come ci si sente quando si è passata una brutta giornata al lavoro? Cosa può succedere durante una brutta giornata a lavoro? Quali sono le situazioni che la causano? Sarà opportuno mantenere un tono leggero e ironico in entrambe le attività e soprattutto evitare un’eccessiva personalizzazione della situazione che potrebbe risultare pesante in particolare nel primo caso.

Globalità. Visione del video chiedendo agli studenti di mettere in ordine le seguenti affermazioni:

  • Video “delusione d’amore”: scaricare; piantare; cadere dal pero.
  • Video “giornataccia al lavoro”: fare nero, fare salti mortali, fare una lavata di capo.

Analisi. Visione del video una seconda volta. Chiedere agli studenti di ipotizzare dei significati anche sulla base della mimica degli attori. Se necessario fermare più volte il video per chiedere agli studenti di spiegare e scambiarsi opinioni in plenum.

Sintesi. Una volta che gli studenti avranno inteso pienamente il senso, chiedere loro di formulare una breve storia che contenga le tre espressioni di ogni video.

Riflessione. Invitare gli studenti a completare questi brevi esercizi:

Video 1

1. Il taxi ________________ le valigie davanti all’hotel.

2. (Io) _____________ il mio ex perché era troppo geloso.

3. In primavera (io) _______________ le ortensie in giardino.

4. Maria ________________ il suo fidanzato perché lo sopportava più.

5. All’improvviso un frutto________________ dal pero.

6. Quando mi ha detto così, _________________ dal pero.

Video 2

1. Il bambino era stato picchiato dai suoi compagni: era ________ di lividi.

2. Al lavoro i miei colleghi mi ______________ per le proteste.

3. Il parrucchiere mi ____________ la __________ e mi ha tagliato i capelli: alla fine il mio aspetto era davvero diverso.

4. Il professore ____________________ di __________ a Marco.

5. L’acrobata _______________ una serie di ___________ davvero sorprendente.

6. Il treno partiva alle 16.00 e Maria è uscita da casa alle 15.55. Per arrivare in tempo _____ davvero _______________.

Articoli correlati

Se… giochiamo con le metafore!
L’italiano con le espressioni e i modi di dire.
Se i modi di dire fossero reali…
Videocomprensione: le cose di cui ho paura.

Per assistenza contattate gli insegnanti dell’Accademia del Giglio, lingua italiana, arte e cultura a Firenze: adg.assistance@gmail.com.

Seguiteci su FacebookTwitterLinkedInPinterest e Foursquare.

Comments are closed.