logo adgblog

Iscriviti alla newsletter

Categorie

Archivi

Maggio: 2010
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Ricostruisci il testo: l’assassinio di un commissario

Leggete questi pezzi di testo e cercate di rimetterli in ordine:

a) Non l’aveva mai vista, ma da quel giorno sarebbe dovuta venire due volte alla settimana per aiutarla in casa: il lavoro era troppo con due bambini e un terzo in arrivo. Si presentò in ritardo, trafelata: “Signora, mi scusi, ma giù in strada c’è il finimondo: hanno sparato a un commissario”.

b) Spararono a mio padre alle 9.15 mentre apriva la portiera della Cinquecento blu di mia madre. Era appena uscito di casa, dopo vari tentennamenti che lo avevano portato a rientrare per ben due volte, la prima per sistemarsi il ciuffo, la seconda per cambiarsi la cravatta.

c) Era uscito con una cravatta rosa, se la sfilò per metterne una bianca, e a mamma che lo guardava scuotendo la testa e prendendolo in giro rispose: “Preferisco questa perché ha il colore della purezza”. Lei richiuse la porta senza dare a peso a quelle parole. Stava aspettando una donna, che doveva arrivare da un momento all’altro.

d) “Ma signora, che cosa ha capito? Io sono scesa dal tram in piazzale Baracca. C’era un appostamento, pedinavano dei ricercati e c’è stata una sparatoria. Hanno bloccato il traffico e ho dovuto fare a piedi corso Vercelli. Per questo sono così in ritardo.”

d) Mia madre, nel libro che ha scritto nel 1990, ha ricordato così quel momento: “Stavamo entrando in cucina, Paolo era nel box, ancora in pigiama, Mario girava attorno con i giocattoli. Mi sedetti. Ero impallidita. Sentii il feto, di tre mesi, fare un balzo dalla pancia allo stomaco. La donna corse a prendere un bicchiere d’acqua: “Signora, si sente male? Che le succede?”. “Commissario ha detto? Hanno sparato a un commissario? Ma mio marito è un commissario.” Ebbene, quella donna, mai vista prima e che mai più avrei visto, una donna semplice, dimessa, sulla quarantina, quella donna intuì subito la verità. E fu bravissima.

Scegli adesso la definizione giusta per le seguenti parole:

  1. trafelata: a)arrabbiata per il ritardo b)stanca per la corsa c)impaurita dall’accaduto
  2. tentennamenti: a)decisioni b)timori c)esitazioni
  3. dare peso: a)dare importanza b)dare noia c)dare ascolto
  4. appostamenti: a)agguato, imboscata b)movimento per catturare c)attesa per arrestare
  5. box: a)scatola per giochi b)piccolo cortile c)piccolissimo recinto
  6. dimessa: a)stanca b)modesta c)agitata

Brano tratto dal libro “Spingendo la notte più in là” di Mario Calabresi.

Per soluzioni e assistenza contatta gli insegnanti della nostra scuola a: adg.assistance@gmail.com


Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.