logo adgblog

Categorie

Archivi

Luglio: 2008
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Formulare domande retoriche con il trapassato prossimo

trapassato prossimo

Con questo esercizio impariamo ad usare il trapassato prossimo per formulare delle domande retoriche (domande che hanno già implicita la risposta). L’esercizio è consigliato a studenti di livello B1 (intermedio).

Esercizio. Fai una domanda retorica usando il trapassato prossimo. Fate attenzione ai pronomi diretti.
Esempio
a) – Bello questo film!
b) – Non l’avevi mai visto (prima)?

Per alcune frasi sono possibili più soluzioni.

1 – Bellissima questa macchina!
……………………………………………………………………………………..
2 – Fantastico questo disco!
……………………………………………………………………………………..
3 – Buono questo piatto!
……………………………………………………………………………………..
4 – Com’è grande questo bar!
……………………………………………………………………………………..
5 – Venezia è proprio una città stupenda!
……………………………………………………………………………………..
6 – Deliziose queste frittelle!
……………………………………………………………………………………..
7 – Questo romanzo è davvero avvincente!
……………………………………………………………………………………..
8 – Fare yoga è davvero rilassante!
……………………………………………………………………………………..

Articoli correlati

Come si forma e come si usa il trapassato prossimo
Un esercizio sul trapassato prossimo con materiale autentico

All’Accademia del Giglio è possibile frequentare corsi di lingua italiana per stranieri, corsi di storia dell’arte, workshop intensivi di tecniche pittoriche classiche e altro ancora.

Social

Seguiteci anche su FacebookTwitterLinkedInPinterestFoursquareG+ e Instagram.

7 comments to Formulare domande retoriche con il trapassato prossimo

  • romualda banaszczyk

    Quando l’avevi comprata ?L’avevate ascoltato ? L’avevamo provato ieri ? Non l’avevate mai visto?

  • Lorenzo Capanni

    Quando l’avevi comprata ? frase numero 1 ok
    L’avevate ascoltato ? frase numero 2 ok anche se è meglio dire “non l’avevate/avevi mai ascoltato?”
    L’avevamo provato ieri ? frase numero 3 meglio usare il verbo “assaggiare”, provare si usa per un vestito o una cosa, ma di solito non per il cibo.
    Non l’avevate mai visto? frase numero 4 meglio dire “non c’eravate mai stati/e” oppure “non c’eri mai stato/a”, dipende se parli a più persone o una sola ovviamente. Restano da fare le altre frasi :-)

  • Olga

    5 – Venezia è proprio una città stupenda!
    ……Non c’eri mai stato?………………………………………………………………………..
    6 – Deliziose queste frittelle!
    ……Non l’avevi assaggiate?………………………………………………………………………………..
    7 – Questo romanzo è davvero avvincente!
    ……Non l’avevi mai letto?………………………………………………………………………………..
    8 – Fare yoga è davvero rilassante!
    ………Non l’avevi mai provato a farla?……………………………………………………………………………..

  • roberto balò

    Brava Olga!
    Fai attenzione alla frase 6: non si può mettere l’apostrofo ai pronomi plurali, quindi devi scrivere “le”.
    Alla 7, poiché yoga è maschile, puoi dire: a) non l’avevi mai provato? b) non (l’)avevi mai provato a farlo?

  • ciaooo a tutti !
    sono una studentessa di lingua taliana e ho molti problemi con il trapassato prossimo,non capsco nulla.Mi hanno detto nelle frasi subordinate e independenti….
    quale sono le frase suborsinate????

  • Le frasi subordinate (o dipendenti) sono frasi che in un enunciato (o discorso) non possono stare da sole ma hanno bisogno di una frase principale a cui fare riferimento. Senza una frase principale una subordinata non può stare perché non ha senso.
    Esempio: Dopo che Maria aveva aveva vinto la lotteria, i suoi figli hanno subito prenotato uan vacanza in crociera per tutta la famiglia.
    Come vedi “Dopo che Maria aveva aveva vinto la lotteria” deve stare con il resto del discorso altrimenti non ha senso logico.
    Nell’esercizio proposto il trapassato prossimo però non è in una frase subordinata, ma comunque fa sempre riferimento a una cosa successa prima del passato.
    Esempio:
    Giovanni: Fare yoga è davvero rilassante! (l’ho fatto e l’ho trovato rilassante)
    Lucia: non l’avevi mai provato (prima)?

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.