Edilingua


banner edilingua

Corsi d’arte a Firenze/Art Courses in Florence

Archivi

Gennaio: 2015
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Italiano con la letteratura e la cucina: “Una burla di Buffalmacco” di Piero Bargellini e la zuppa di cipolle

BuffalmaccoIl breve racconto di Piero Bargellini che vi presentiamo in questo post ha per protagonista Buffalmacco, un eccellente pittore fiorentino vissuto nel Trecento, cioè un contemporaneo di Giotto, Petrarca, Dante e tanti altri grandi artisti e letterati. Uno di questi, Giovanni Boccaccio, fece di Buffalmacco l’interprete principale di alcune divertenti novelle del Decameron e altrettanto fece il Sacchetti nel suo Il Trecentonovelle: da qui la ragione per cui il nome e le vicende di Buffalmacco sono stati tramandati e sono diventati famosi più per le sue burle che per la sua produzione artistica.
Ispirati dal tema del racconto, abbiamo aggiunto al post anche la ricetta della zuppa di cipolle. In questo modo gli esercizi da fare saranno due: il primo è relativo alla burla di Buffalmacco e vi chiede di coniugare i verbi tra parentesi ai modi e ai tempi corretti; il secondo è relativo alla ricetta e vi chiede di inserire i pronomi e le parole mancanti deducibili dal testo.

Una burla di Buffalmacco

Nel Trecento vissero, in Firenze, uomini di grandissimo ingegno: poeti e scrittori come Dante, Petrarca, Boccaccio; pittori famosi come Cimabue, Giotto e tanti altri. Con le loro opere essi (dare) _________ gloria e bellezza all’Italia e al mondo. Molti di questi artisti (essere) _________ tipi bizzarri e buontemponi che (amare) ________ inventare burle sulle quali (farsi) _________ matte risate.

Anche Buffalmacco (essere) ________ un bravo pittore del Trecento, ma non (avere) ________ la voglia di lavorare che (dimostrare) _________ invece Giotto. (Piacergli) _________ mangiare e bere, forse perché, essendo povero, (lui-mangiare)_________ e (bere) ________ sempre poco. (Lui-venire) _________ chiamato a dipingere nei conventi, e nei conventi, (sapersi) _________, il cibo non è mai né abbondante né appetitoso. Una volta (lui-capitare) __________ in un convento dove, quasi tutti i giorni, (mangiarsi)_________ cipolla. Al pittore la cipolla (piacere) _________ poco, e quando (lui-vedersi) __________ portare quel piatto (storcere) __________ la bocca. Ma come dire al Padre Guardiano che quel cibo non (andargli) _________ a genio? (Lui-pensare) _________ allora di fare una burla e (mettersi) __________ a disegnare tutte le figure di schiena, con le facce che non (vedersi) __________. Il Padre Guardiano, che tutti i giorni (recarsi) __________ a vedere come procedesse il lavoro di Buffalmacco, (notare) __________ la cosa e (chiedere) ________ all’artista: – Come mai (voi-non fare) __________ mai le figure da quest’altra parte, con la faccia rivolta in fuori, in modo che (potersi) _________ vedere i volti dei personaggi?
– Caro Padre- (rispondere) _________ serio il pittore – io le disegno rivolte in qua, ma poi, mentre dipingo, esse (rigirarsi) _________ e (nascondere) _________ la faccia. E (voi-sapere) _________ la ragione? Perché il mio fiato (puzzare) _________ talmente di cipolle, che le figure non (sopportarlo) __________, e (rivoltare) _________ la faccia dall’altra parte.
Il Padre Guardiano (capire) ________ la burla e da quel giorno, invece di cipolle, (lui-fare) __________ servire al pittore altri cibi più saporiti e appetitosi. Le figure di Buffalmacco, allora, (tornare) _________ a mostrare i loro volti dalla parte giusta!

Zuppa di cipolle alla francese

Ingredienti: 3 cipolle grosse, burro circa 80 g, 1 cucchiaio di farina, 1 litro e mezzo circa di brodo caldo, cipolle3
formaggio grana o parmigiano reggiano grattugiato, pane tostato, sale e pepe

Affettate finemente le __________, ammorbidite___ nel burro scaldato facendo___ leggermente rosolare, poi cospargete___ con la __________ facendo attenzione che non si formino grumi.
Salate___ e bagnate___ con il __________ caldo, versando___ poco alla volta; mescolate e continuate la cottura a fuoco basso fino a quando le __________ non si saranno quasi disfatte. Aggiustate di sale, se _________.
Prendete delle piccole zuppiere da forno, una per ogni commensale, e mettete sul fondo di _________ delle fette di _________ tostato, versatevi la zuppa, cospargete di formaggio grattugiato, unite una noce di __________ e una macinatina di _________.
Passate le zuppierine in forno e lasciate gratinare.

Articoli correlati
Italiano con le stagioni: verbi e lessico con “La leggenda dei passeri” di Piero Bargellini
Italiano con la letteratura: un racconto natalizio di Piero Bargellini per fare esercizio con l’imperfetto e il passato remoto
Esercizio sui pronomi e le particelle: Polpette alla salsa di Amazu

Per soluzioni e assistenza contattate gli insegnanti dell’Accademia del Giglio, lingua italiana, arte e cultura a Firenze: adg.assistance@gmail.com.

Social networks

Seguiteci su FacebookTwitterLinkedInPinterest e Foursquare.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.