logo adgblog

Iscriviti alla newsletter

Categorie

Archivi

Luglio: 2014
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

10 cose che odio: attività di italiano per stranieri

Tutti odiano qualcosa: Vikkio, un blogger che abbiamo incontrato sulla rete, odia moltissime cose. Noi ne abbiamo selezionate dieci per permettervi di fare degli esercizi di italiano da soli o in gruppo.

hate-odio

Attività 1. Unite la prima parte della frase con la seconda e scoprite quali sono le 10 cose, tra le molte altre, che Vikkio odia.

1. Odio chi crede che solo la musica…
2. Odio chi dice che ama l’odore dei libri nuovi…
3. Odio i detersivi per piatti che…
4. Odio chi parla di cose che…
5. Odio chi parla delle stesse cose
6. Odio chi pensa che tutti
7. Odio chi pensa solo…
8. Odio chi si mette mi piace…
9. Odio chi mi chiede come sto…
10. Odio chi pubblica le foto…

a. …di quello che mangia
b. …che ascolta lui è la migliore
c. …a lavorare o solo a divertirsi
d. …anche se non ne ha mai letto uno
e. …screpolano le mani
f. …non conosce
g. …perché sono le uniche che conosce
h. …gli uomini siano uguali
i. …prima di domandarmi un favore
j. …da solo su Facebook

1. _b_ 2. __ 3. __ 4. __ 5. __ 6. __ 7. __ 8. __ 9. __ 10. __

Attività 2 (utile per la conversazione in classe). E voi che cosa odiate? Fate una lista di cose che odiate e parlatene insieme.

Articoli correlati

Il linguaggio giovanile: conoscersi e (forse) amarsi
Amici italiani e amici italiani: stereotipi?
10 piccole cose che ti fanno felice
Ho vissuto queste cose: attività per la conversazione

Per assistenza contattate gli insegnanti dell’Accademia del Giglio, lingua italiana, arte e cultura a Firenze: adg.assistance@gmail.com.

Seguiteci su FacebookTwitterLinkedInPinterest e Foursquare.

2 comments to 10 cose che odio: attività di italiano per stranieri

  • Serena

    Ciao, bellissimo esercizio, ma ho una domanda: non dovrebbe essere “chi crede che la musica che ascolta lui SIA la migliore?”. Personalmente qui userei il congiuntivo :)

    Serena (insegnante d’italiano)

  • roberto balò

    Ciao Serena,
    grazie per il commento. Siamo abbastanza d’accordo, anche se qui ci troviamo in presenza di una subordinata di secondo grado e quindi potremmo usare anche l’indicativo. Comunque le frasi dell’esercizio sono tratte da materiale autentico e per questo sono state lasciate così.
    Saluti.

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.