Iscriviti alla newsletter


logo adgblog

Categorie

Archivi

Italiano con le canzoni: “Cosa hai messo nel caffè?” di Riccardo del Turco

macosahaimessonelcaffe

Durante la quarta serata del Festival di Sanremo 2013, intitolata “Sanremo Story”, sono stati riproposti dei brani storici del festival. Malika Ayane (vedi tra gli articoli correlati) ha cantato questo brano, Cosa hai messo nel caffè, presentato la prima volta al Festival di Sanremo nel 1969 da Riccardo Del Turco. La canzone è un tipico brano anni ’60, carino ed orecchiabile, un ottimo spunto per parlare con gli studenti di italiano L2 di uno degli stereotipi italiani più famosi, quello del caffè.

Ascoltate la canzone e inserite le parole che mancano. Poi rispondete alle domande.

M’hai detto vieni su da me,
l’inverno è _________ su da me,
non senti il _________ che fa
in questa nostra città.
Perché non vieni su da me,
saremo _________ io e te,
ti posso offrire un caffè,
in fondo che _________ c’è.

Ma cosa hai messo nel caffè
che ho bevuto su da te?
C’è qualche cosa di _________
adesso in me;
se c’è un veleno morirò,
ma sarà _________ accanto a te
perché l’amore che non c’era
adesso c’è.

Non so neppure che _________ è
ma tutti i giorni sarò da te,
è un’abitudine ormai
che non so _________, sai.

Ma cosa hai messo nel caffè
che ho bevuto su da te?
C’è qualche cosa di _________
adesso in me;
se c’è un veleno morirò,
ma sarà _________ accanto a te
perché l’amore che non c’era
adesso c’è.

Stamani, amore, pensando a te
il primo _________ m’ha detto che
l’inverno ormai se ne va
ma tu _________ con me.

Ma cosa hai messo nel caffè
che ho bevuto su da te?
C’è qualche cosa di _________
adesso in me;
se c’è un veleno morirò,
ma sarà _________ accanto a te
perché l’amore che non c’era
adesso c’è.
Se c’è un veleno morirò.
Se c’è un veleno morirò.

Domande:

1. All’inizio della canzone è inverno o estate?

2. Alla fine della canzone che stagione è?

3. All’inizio della canzone loro sono innamorati?

4. Cosa c’è nel caffè?

5. Alla fine della canzone si capisce che lei muore. Vero o falso?

Capite le seguenti espressioni?

Che male c’è: significa che è una cosa buona, positiva e non sconveniente.

Perdere un’abitudine: significa non ripetere più lo stesso comportamento.

Perché non: si usa per invitare qualcuno, per fare una proposta.

Se ne va: è una forma rafforzata di andare via, lasciare un luogo.

Provate a inserire le espressioni precedenti nelle seguenti frasi:

A. ________________ andiamo tutti insieme al mare il prossimo fine settimana?

B. È difficile ________________ soprattutto quando non si vuole.

C. Spesso Giovanni è così triste che ________________ senza nemmeno salutare.

D. Spesso leggo che molti di voi criticano i sogni di noi giovanissime ad avere come sogno quello di volere fare la showgirl? ________________ ?

Riascoltate la canzone senza leggere il testo, quante parole riuscite a capire?

Fate quest’ultima attività guardando il video della cover di Malika Ayane e descrivete dove sono Malika e il coniglio e cosa fanno.

Se le attività su questa canzone ti sono piaciute potresti offrici un caffè!

buy me a coffee
Clicca sull’immagine

Articoli correlati

Per approfondire l’argomento caffè

Cosa hai messo nel caffè, italiano con una canzone di Riccardo del Turco
Dieci modi di bere il caffè in Italia
Il cappuccino perfetto: una videocomprensione
Cappuccino o caffellatte? Attività per studenti di italiano L2/LS

Per approfondire l’argomento bar

Il menù del bar per il livello A1
Bianco, rosso e… 2 attività di italiano L2/LS sul vino
L’italiano con lo spumante
10 frasi sull’acqua per imparare l’italiano

Adgblog è il blog ufficiale dell’Accademia del Giglio, scuola di lingua, arte e cultura a Firenze.

Social

Seguiteci anche su FacebookTwitterLinkedInPinterestFoursquareAnobiiTikTok e Instagram.

Newsletter

Se vuoi rimanere aggiornato sulle novità di adgblog iscriviti alla nostra newsletter.

1 comment to Italiano con le canzoni: “Cosa hai messo nel caffè?” di Riccardo del Turco

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.