logo adgblog

Categorie

Archivi

Lettura facilitata: la Ribollita con il cavolo nero

Ti presentiamo la ricetta di un piatto tipico toscano: la ribollita. La versione originale la trovi qui. In basso trovi la spiegazione delle parole difficili (in grassetto).

La ribollita è una delle preparazioni più rinomate della cucina toscana, fiorentina in particolare, pur essendo un piatto povero, fatto con quegli ingredienti semplici che appartengono alla cultura contadina e che riempiono la pancia con poca spesa: pane, legumi e verdure.

Per la nostra ricetta occorrono:

Si procede così:

  1. lessate i fagioli e passatene 3/4 nel passaverdure;
  2. soffriggete in una casseruola cipolle, sedano e carota tritati: quando saranno rosolati, aggiungete un po’ di concentrato di pomodoro sciolto con poca acqua, le patate a pezzettini, le bietole e il cavolo nero tagliati a listarelle;
  3. salate e fate cuocere a pentola coperta per 15 minuti;
  4. unite poi il passato di fagioli e cuocete ancora per un’oretta;
  5. come ultima cosa mettete il pane tagliato e i fagioli interi e continuate la cottura per altri 10 minuti rimestando affinché la preparazione non si attacchi alla pentola;
  6. lasciatela a riposare per un giorno e poi ribollitela.

rinomate: famose

pur essendo: anche se è

appartengono: fanno parte

contadina: della campagna

riempiono la pancia con poca spesa: fanno pieno lo stamco con pochi soldi

occorrono: sono necessari, servono, abbiamo bisogno di

sgranati: puliti, pronti per essere mangiati, senza il baccello

ammorbiditi: resi morbidi, non duri

a bagno nell’acqua: dentro molta acqua

quanto basta: quantità sufficiente secondo voi

Si procede: si comincia e si fa

lessate: fate cuocere in molta acqua

soffriggete: friggete in pochissimo olio e per pochi minuti

tritati: tagliati a piccolissimi pezzi, di solito con la mezzaluna

rosolati: hanno preso un colore giallo-marrone chiarissimo

sciolto: participio passato di sciogliere, che in questo caso significa diluire

a listarelle: a strisce lunghe e strette

passato: purea, crema

un’oretta: circa un’ora

rimestando: mescolando

si attacchi: attaccarsi in questo contesto significa bruciarsi e rimanere incollato alla pentola.

ribollitela: fatela bollire (cuocere) ancora un’altra volta, da qui il nome ri-bollita.

Per capire meglio la ricetta puoi anche guardare questa videoricetta. Ci sono delle differenze con la nostra ricetta?

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.