Iscriviti alla newsletter


logo adgblog

Categorie

Archivi

Gennaio: 2008
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

2008: un anno da iniziare con arte

Il Nuovo Anno è appena cominciato e, dopo averlo accolto calorosamente, è già venuto il momento di controllare un po’ il calendario di mostre e esibizioni che lo costelleranno. Anche quest’anno infatti ne verranno organizzate moltissime e delle più varie su tutto il territorio nazionale: un valido articolo al proposito con le principali è reperibile qui.
A Firenze nuove esposizione saranno allestite a partire da febbraio, mentre per gennaio sarà ancora possibile visitare quelle in corso da alcuni mesi, tra le quali mi piace ricordare: Filosofico umore e maravigliosa speditezza, disponibile agli Uffizi fino al 6 Gennaio e relativa alla pittura napoletana del ’600; Ori, argenti e gemme: restauri dell’Opificio delle Pietre Dure, visibile fino all’8 gennaio presso il museo omonimo e I mai visti: il nudo, presso le Reali Poste della Galleria degli Uffizi, che ancora una volta permette di ammirare gli autentici tesori custoditi nei sotterranei degli Uffizi e esposti in un percorso a tema. Quest’ultima mostra è aperta fino al 31 gennaio ed è a ingresso gratuito. In essa sarà possibile osservare grandi nomi dell’arte come Cranach, Tiziano, Veronese, Ribera, Tiepolo, fino ad arrivare ai maestri contemporanei e osservare le diverse interpretazioni del nudo nei secoli divise in due sezioni: il sacro e il profano. La prima ospita opere ispirate a brani biblici a partire dal Giardino dell’Eden con Adamo e Eva, per arrivare al Nuovo Testamento con vicende del della vita di Gesù (Madonna del Libro del Pontormo); la seconda sezione espone invece una notevole quantità di opere che s’ispirano a temi della classicità, ossia agli dei dell’Olimpo, ai grandi eroi mitologici che da sempre sono tra i soggetti privilegiati dell’arte e ricorrono nelle opere dei grandi maestri della storia.
La mostra e’ la strenna natalizia alla città dell’Associazione Amici degli Uffizi.

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.