logo adgblog

Iscriviti alla newsletter

Categorie

Archivi

Settembre: 2007
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Dai piropos agli apprezzamenti: le tecniche dei latin lovers

DolcevitaÈ noto che gli uomini italiani sono soliti fare apprezzamenti alle ragazze che camminano per strada: stando, tuttavia, a quanto scrive Alinde in questo post, sembra che tale abitudine sia molto diffusa nei paesi latini e affatto estranea alla Germania. Le espressioni che comunemente gli Italiani si sentono in dovere di dire qualora vedano una figura graziosa passare di fronte ai loro occhi vanno dalle innocenti “Ciao bella” o “Amore mio” o “Complimenti alla mamma!” a apprezzamenti un po’ più coloriti e forti che tendono a sottolineare le doti fisiche della fortunata (!), fatta oggetto di attenzione. Chi poi oltre a manifestare il proprio compiacimento verso il bell’aspetto dell’italiana o della straniera di turno, vuole anche tentare di scambiare quattro chiacchiere con lei ricorre di solito a frasi, direi formulari, del tipo: “Scusa, che ore sono?”, oppure “Di dove sei?” (di solito in spiaggia), o ancora “Mi fai compagnia?”, nel caso ci si trovi ad aspettare da qualche parte da soli.
Quello che è interessante è peraltro il fatto che questi tentativi molto italiani, ma anche molto latini, non naufragano miseramente nel caso che la fanciulla non sorrida o non risponda come avviene in altri paesi, ma continuano con insistenza finché la ragazza o cede o si dà alla fuga.
Del resto si sa, il Latin Lover è un’invenzione (o un pericolo!) tutta italiana: nasce con l’eleganza del famoso attore del cinema muto Rodolfo Valentino, di cui in questo profilo di Myspace potrete vedere numerose foto, e dopo di lui prosegue inesorabilmente durante tutti gli anni Cinquanta e Sessanta con lo stile e la raffinatezza del bellissimo e indimenticabile Marcello Mastroianni, trovando una battuta d’arresto forse solo negli ultimi tempi.
Ci sono, tuttavia, voci fuori dal coro… maschile: in un blog di una nota rivista femminile ho trovato questo post scritto da un indignato ragazzo che rileva l’inopportunità di certe tecniche e in qualche modo correlato all’argomento appare anche l’articolo del Financial Times che rileva la facilità con cui nella televisione italiana compaiano nudi femminili, trovando peraltro nette risposte nel Belpaese.
Che dire? Il Latin Lover è un elemento della nostra mentalità e fa parte del nostro patrimonio esattamente come la Cupola del Brunelleschi, se si ammira la seconda perché trascurare il primo?

L’immagine è tratta da questo sito.

1 comment to Dai piropos agli apprezzamenti: le tecniche dei latin lovers

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.