Iscriviti alla newsletter


logo adgblog

Categorie

Archivi

Attività didattica sul futuro semplice: 7 giorni in…

1bis.JPGQuest’attività didattica, provata con una classe dell’Accademia del Giglio ad un livello elementare, serve a rinforzare e ripassare le forme del futuro.
Materiale necessario: molti cataloghi di viaggio, forbici, colla, pennarelli colorati, alcuni fogli in formato A4.
L’insegnante avrà cura di procurarsi il giorno precedente i cataloghi di viaggio, facilmente reperibili in un’agenzia di viaggi. Poiché di solito i cataloghi sono gratuiti non sarà difficile prenderne molti, relativi a paesi diversi, cercando di sceglierne due per ogni paese.
Il giorno dopo l’insegnate dividerà il lavoro in quattro fasi diverse:
1) Prima di tutto è opportuno sincerarsi che gli studenti conoscano il vocabolario relativo al viaggio e alle vacanze con attività di elicitazione delle parole necessarie o di brainstorming (per esempio con la tecnica della costellazione oppure chiedendo agli studenti di raccontare qual è il posto più bello in cui siano mai stai, ecc…);
2) A questo punto l’insegnante mette a disposizione degli studenti i cataloghi e chiede loro di immaginare di essere degli impiegati di un’agenzia di viaggi e di dover promuovere dei pacchetti turistici speciali, delle offerte dell’agenzia presso cui lavorano, nelle quali compaia un particolareggiato programma per sette giorni di permanenza in un posto a loro scelta tra quelli presenti sui cataloghi. Gli studenti avranno piena libertà di consultare tutti i cataloghi e infine sceglieranno il posto che preferiranno. E’ cura dell’insegnante dividere la classe in piccoli gruppi di massimo tre persone o decidere di lasciare gli studenti lavorare singolarmente. Alla fine di questa sessione di lavoro ogni gruppo (o ogni singolo studente) deve dichiarare quale è la meta del proprio viaggio;
3) La terza fase prevede un lavoro attento di ricerca e di elaborazione del programma e del materiale fotografico con cui promuovere la propria offerta turistica. Ogni gruppo/studente avrà a disposizione quindi due o tre cataloghi (rigorosamente in italiano) sul paese prescelto, delle forbici con cui ritagliare le immagini, dei fogli sui quali scrivere il programma di ogni giorno e sui quali disporre le immagini scelte e incollarle.
Il programma dovrà essere scritto al futuro, alla seconda persona singolare, dovrà essere completo di attività accattivanti e divertenti per gli ipotetici turisti e ben particolareggiato.
Alla fine della terza sessione il lavoro può apparire in due modi diversi: a) due fogli, formato A4, uno con le foto e i dettagli dei luoghi, degli alberghi, delle specialità del posto prescelto, l’altro con il programma suddiviso in sette giornate; b) due fogli, formato A4, in cui accanto alle foto appare la descrizione dell’attività relativa programmata, fermo restando il numero delle giornate.
4) La quarta sessione prevede l’esposizione ad alta voce e la presentazione del lavoro svolto agli altri studenti, illustrando il programma con l’aiuto del materiale fotografico selezionato.
L’insegnante correggerà, se non l’avrà già fatto durante le varie sessioni, le eventuali imprecisioni e quindi comporrà un giornale di offerte turistiche con i fogli di ciascun gruppo/studente, scrivendo in copertina il titolo dell’attività (“7 giorni in…”) con il nome delle varie località prescelte. Qui sotto si possono vedere le immagini del catalogo dei “viaggi del Giglio”.

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.