Edilingua


banner edilingua

Corsi d’arte a Firenze/Art Courses in Florence

Archivi

Dicembre: 2014
L M M G V S D
« Nov   Gen »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Italiano con la scultura: il bassorilievo

Continuiamo a scoprire i segreti della scultura imparandone allo stesso il lessico specifico.

collagebassorilievo500

Attività 1. Rimettete in ordine la definizione di scultura.

a. Esso produce un contrasto rialzato e dà la sensazione di vedere un quadro in rilievo:

b. Il bassorilievo è un tipo di scultura in cui le figure sono rappresentate su un piano di fondo

c. (se la riduzione è molto forte, si ha il bassorilievo schiacciato o stiacciato).

d. (di marmo, di pietra, di bronzo, d’avorio, ecc.), dal quale sporgono con un rilievo ridotto

e. l’immagine ritratta è rilevata sopra la superficie piatta e di sfondo.

1. __ 2. __ 3. __ 4. __ 5. __ 

Attività 2. Trovate il significato delle seguenti parole, poi inseritele nel testo.

a. Deformazione
b. Rilievo
c. Sfondo
d. Sporgente

1. La parte più lontana dal campo visivo di chi guarda.
2. Alterazione, modifica di una forma.
3. È un aggettivo e ha lo stesso significato di rilievo.
4. Qualcosa che viene fuori da un piano, che sporge.

a. __ b. __ c. __ d. __

Se ad esempio abbiamo una lastra di marmo spessa 10 centimetri, lo sfondo alla fine potrà essere spesso 5 centimetri e l’immagine in ___________ sarà spessa fino a 5 centimetri. In alcuni lavori di scultura la figura può essere molto più sporgente rispetto allo ___________ ed in questo caso si parla di altorilievo. Questa tecnica consente di vedere l’immagine molto più ___________ facendo vedere il soggetto senza ___________ al variare dell’angolo di visione.

Attività 3Trovate il significato delle seguenti parole, poi inseritele nel testo.

a. Ornamento
b. Pareti
c. Profilo
d. Profondità

1. Quando un viso viene osservato di lato, non di fronte.
2. È qualcosa che rende più bello ciò che stiamo osservando.
3. Dimensione simile all’altezza. Misurazione verticale di un oggetto.
4. Muri di un edificio: possono essere esterni o interni.

a. __ b. __ c. __ d. __

Il bassorilievo è utilizzato come tecnica decorativa, per gli ornamenti raffinati e soprattutto per la rappresentazione di scene con più personaggi inseriti in file successive che compiono di solito più azioni quali cerimonie, combattimenti ecc. Nel bassorilievo lo scultore è costretto a rappresentare i personaggi di ___________ per evitare le complicazioni dimensionali della visione frontale.

Talvolta delle statue sono poste di fronte ad un bassorilievo per dare ___________ alla scena. Le sculture esterne possono far parte del gruppo finale ma non del bassorilievo.

L’uso del bassorilievo è abbastanza comune in architettura come ___________ della superficie di alcuni palazzi, sia all’interno che all’esterno, dove la pietra fa parte dell’edificio in modo che l’opera d’arte sia inserita nelle ___________ .

Attività 4. Leggete il testo e scegliete la parola corretta tra quelle proposte.

Il bassorilievo è esistito in ogni civiltà e questo tipo di bassorilievo/scultura/pittura è stato utilizzato sia dagli antichi popoli di Egitto, Mesopotamia, India e Cina sia nei più recenti periodi del medioevo e del rinascimento dell’arte europea. Se presso i popoli Mesopotamici, il bassorilievo/quadro/profilo assunse una funzione fondamentale e simile agli affreschi rinascimentali, nell’antica Grecia invece rimase una attività secondaria rispetto all’altorilievo/bassorilievo/mediorilievo e al tutto tondo.

Nel medioevo il bassorilievo raggiunse la sua massima affermazione, mentre con il Romanico incominciò un processo inverso che terminerà ai tempi del barocco/medioevo/Mesopotamia, che però lasciò spazi per nuove vie espressive come il “rilievo schiacciato” di Lorenzo Ghiberti. Nel Novecento i movimenti cubista e dadaista, con il loro collage ricco di elementi non pittorici/sporgenti/colorati, crearono un ponte fra scultura e pittura in grado di aprire nuove prospettive per il bassorilievo.

Testi tratti e adattati da Wikipedia.

Articoli correlati

L’italiano con la scultura: gli attrezzi, la scultura a intaglio e modellato, stampo fusione e altre tecniche.
Il lessico di base dell’architettura.
Italiano con la storia dell’arte: Bartolomeo Ammannati, architetto e scultore

Accademia del Giglio, lingua italiana, arte e cultura a Firenze.

All’Accademia del Giglio è possibile frequentare workshop intensivi di scultura e di tecniche pittoriche classiche, corsi di storia dell’arte e corsi di lingua italiana per stranieri a Firenze.

Seguiteci su FacebookTwitterLinkedInPinterest e Foursquare.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.