Edilingua


banner edilingua

Corsi d’arte a Firenze/Art Courses in Florence

Archivi

Giugno: 2011
L M M G V S D
« Mag   Lug »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

L’italiano a tavola: cose da non fare. Parte 1

Come ci si comporta a tavola? Ci sono un sacco di cosa da fare o non fare! Provate a leggere la prima parte di questo articolo di Loretta (preso in prestito e adattato dal sito TheItalianTaste) e rispondete alle domande.

A tavola! (Cose da non fare mai!)

Il galateo non è una serie di norme asfittiche e ormai fuori moda: certamente ha subito dei cambiamenti adattandosi ai tempi, ma ci sono comportamenti dettati dal rispetto per gli altri e dalla logica che non tramonteranno mai. Vediamo quali sono queste “regolette” da seguire sia nei posti pubblici che in privato.

Fumo
Esiste una legge che proibisce di fumare nei locali pubblici a meno che non ci si trovi nella zona riservata ai fumatori. È comunque sempre scorretto fumare a tavola mentre gli altri stanno ancora mangiando. Almeno chiedete o guardatevi intorno prima di accendere la sigaretta.

Telefonino
A tavola si divide con gli altri il piacere della compagnia e del cibo gustato insieme, per cui il telefonino dovrebbe sparire e stare spento come a teatro, al cinema, in chiesa o in una sala per una conferenza. Farsi raggiungere da una telefonata significa lanciare un messaggio chiaro: per me venite sempre dopo chi mi cerca al telefono (senza parlare poi della mania dei messaggini!). Fanno eccezione le situazioni gravi in cui è necessario essere reperibili: in questo caso si chiede scusa in anticipo per la possibilità di essere raggiunti da qualche telefonata.

Mani
Il cibo non si tocca mai con le mani a meno che non si tratti di pane e frutta. In certi ambienti poi è vietato mangiare la frutta con le mani e in questi casi è indispensabile imparare ad usare coltello e forchetta adatti per sbucciarla, tagliarla e portarla alla bocca. Mi raccomando: la mano circonda completamente il bicchiere o il calice. Bruttissimo vedere dita sollevate al vento!

Piedi
Vanno sempre sotto la propria sedia. Non potete allungare le gambe e stravaccarvi assumendo la posa più comoda.

Gomiti
I gomiti non possono scorrazzare come volete. I vostri vicini cosa direbbero? Non si mangia quindi con i gomiti sul tavolo perché togliete spazio agli altri e tanto meno si alzano per portare il cibo in bocca.

La voce
Controllate il tono della voce. Strillare non è buona cosa. Oltre a dare fastidio si provoca lo stesso comportamento nei tavoli vicini e alla fine è come essere al pieno mercato.

I bambini
I bambini vanno tenuti sotto controllo sia a casa quando ci sono parenti o si è ospiti sia a maggior ragione in un locale pubblico. Ho visto scene apocalittiche in questi ultimi tempi: bambini piccoli che spalmano le fette di torta sulla tovaglia, bambini liberi di giocare zigzagando tra i tavoli e spingendo gli altri incuranti di quanto stanno facendo. Urlatori a piena gola. E i genitori? Niente, spesso non si muove foglia.

Tovagliolo
Non si può lasciare il tovagliolo abbandonato di fianco al piatto. Speriamo poi di non vedere più le scene di altri tempi in cui ci si puliva la bocca nella tovaglia! Bisogna evitare però di usarlo per altre parti del viso. Appena ci si siede il tovagliolo va tolto dalla tavola e appoggiato sulle ginocchia piegandolo parzialmente. Quando ci si alza lo si mette alla sinistra del piatto senza ripiegarlo.

Fine prima parte.

Rispondi vero o falso alle seguenti domande:

1. Non si può fumare al ristorante, ma in una casa privata sì.
2. Non si possono fare o ricevere telefonata a tavola, sono però ammessi gli SMS.
3. Con le mani è possibile toccare solo pane e frutta, ma non sempre.
4. Quando si beve è buona educazione tenere sollevato il dito mignolo.
5. Bisogna sempre trovare la posizione più comoda, anche allungando un po’ i piedi.
6. I gomiti devono stare più fermi possibile.
7. Bisogna mantenere un tono di voce basso.
8. I bambini devono sentirsi liberi di fare ciò che vogliono.
9. Bisogna cercare di non sporcare il tovagliolo.
10. Durante tutto il pasto il tovagliolo va tenuto sulle ginocchia.

Articoli correlati

L’italiano a tavola: cose da non fare. Parte 2.
22 ricette di adgblog più o meno facili da preparare.
La lingua italiana in cucina (1): gli utensili.
Tutti ai fornelli!
Un po’ di verdure, due ricette e gli articoli determinativi.

Per aiuto e assistenza contattate gli insegnanti della nostra scuola a: adg.assistance@gmail.com

2 comments to L’italiano a tavola: cose da non fare. Parte 1

  • Alejandra

    Mi potete inviare le risposte dai oggetti che si usano per cucinare ( cavatappi, ecc). Tante grazie!

  • roberto balò

    Cara Alejandra,
    le risposte sono già tra i commenti del post.
    Comunque sono queste: 1i,2g,3e,4a,5c,6f,7d,8l,9h,10b

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.