Edilingua


banner edilingua

Corsi d’italiano on line/On line italian language courses

Archivi

A Livorno l’unica tappa toscana di una mostra sul PCI

Dal 26 marzo scorso e fino al 10 aprile prossimo è in corso a Livorno la mostra “Avanti popolo – il PCI nella storia d’Italia” che racconta, nell’occasione dei novanta anni dalla fondazione del Partito Comunista Italiano, settanta anni della sua storia, quelli che vanno dal 1921 al 1991, anno dello scioglimento. Si tratta dell’unica tappa toscana della mostra, che partita da Roma, proseguirà per molte altre città italiane. L’allestimento raccoglie molti cimeli di quello che fu il PCI e una grande parte di essi provengono dalle sedi della Toscana e da Livorno stessa, che, non dimentichiamocelo, è la città dove in Partito Comunista Italiano nacque, là dove oggi c’è una scuola materna e che potete vedere nella foto. Fra i documenti, originali di Antonio Gramsci (il suo manoscritto di Quaderni dal carcere), Enrico Berlinguer, Palmiro Togliatti, tessere delle donne militanti dell’UDI (Unione Donne Italiane), film di propaganda, il periodico della FGCI, la Federazione Giovanile Comunista Italiana: tutto materiale in massima parte proveniente dalla Fondazione Gramsci di Roma e dal Centro Studi di Politica Economica, che custodisce gli archivi del PCI. Il percorso espositivo è multimediale e i documenti sono consultabili in originale o su touch screeen. Siete invitati ad andare a visitare questa mostra, che racconta un pezzo glorioso della storia d’Italia che non può essere facilmente rimosso.

La sede della mostra si trova ai Bottini dell’Olio, viale Caprera. È aperta tutti i giorni, con orario 10:00-19:00 e l’ingresso è gratuito. Con l’occasione si tengono alcune conferenze e proiezioni, di cui potete vedere il programma dettagliato qui.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.