logo adgblog

Iscriviti alla newsletter

Categorie

Archivi

Novembre: 2010
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
2930  

Che confusione!

Nel 1995 scoprii per la prima volta l’italiano, da quel momento l’ho amato, ed è per questo che non mi azzardo quasi mai a scrivere in questa lingua così ricca di parole e di storia, ho paura di sbagliare, di offendere gli italiani con l’uso che posso dare alla loro lingua visto che la mia conoscenza non è ai massimi livelli.  Adoro tutte le sfumature che con il passare del tempo hanno arricchito la lingua italiana, gli accenti e le cadenze di ogni singola regione, i dialetti che mi fanno capire che ogni singolo paese pretende mantenere e tramandare la propria identità.

Ma forse questo è il mio modo romantico di vedere la lingua italiana, perché alla fin fine, sento che spesso e volentieri gli italiani creano un po’ di confusione quando, abbandonando i propri dialetti, si immergono nell’uso della lingua nazionale, quella che si studia a scuola, quella ufficiale, quella che ha fatto il giro del mondo.

Da quando ho cominciato a studiare italiano ho sempre avuto problemi con le preposizioni e, sicuramente, il fatto di abitare a Firenze e convivere con un romano non mi ha aiutato a migliorare, anzi, ha creato in me non poca confusione riguardo all’uso corretto delle preposizioni, ma c’è un altro problema che mi tormenta: le consonanti doppie, sia scritte che parlate, diciamo che l’unica che riesco a leggere e usare senza problema e la “r” di Roma anche se a Roma la pronunciano sempre singola.

Non bastava avere problemi a usare le bb, cc, dd, ff, gg, ll, mm, nn, pp, qq, ss, tt e vv, ora si sono inventati la doppia “X”, chiamando il Museo Nazionale delle Arti del XXI Secolo a Roma, MAXXI! Ebbene sì, si tratta di un nome proprio ma alla fine in qualche modo bisognerà pronunciarlo, vero? Nel frattempo e mentre trovo qualcuno che mi aiuti a capire come si pronuncia, non mi resta che piangere…

1 comment to Che confusione!

  • Sara

    A me sembra che lo domini alla grande! Complimenti, te felicito. A mí me pasa lo mismo con el castellano. ¡Ojalá lo hablara como tú escribes (y sin duda hablas) el italiano!

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.