Edilingua


banner edilingua

Corsi d’arte a Firenze/Art Courses in Florence

Archivi

Cosa succede all’Accademia di Belle Arti di Firenze

Grandi cambiamenti in vista all’Accademia di Belle Arti di Firenze. Dopo i tagli ai finanziamenti operati negli ultimi anni dal Ministero, si sta cercando di portare la storica istituzione al passo coi tempi trasformandola in una sorta di impresa produttiva, in modo che, come già successo per tutte le Università statali, possa avere rapporti stretti con il mondo del lavoro e risolvere così i suoi problemi finanziari. Per prima cosa a marzo è stato eletto un nuovo Presidente, Paolo Targetti, che viene dal mondo dell’industria: il Gruppo Targetti dal 1928 è azienda leader nel settore dell’illuminazione e vanta la collaborazione di artisti di tutto il mondo. In secondo luogo, per aprirsi ancora di più e per pubblicizzare i propri corsi e artisti, sono stati nominati degli accademici d’onore provenienti da ambiti diversi: il critico d’arte Philippe Daverio, Leonardo Ferragamo della Fondazione Palazzo Strozzi, Claudio de Polo del Museo Alinari, Marco Giorgetti e Riccardo Ventrella del Teatro della Pergola, lo storico dell’arte Emilio Tolaini e l’orafo Franco Torrini. Oggi, mercoledì 28 maggio 2008, alle 20:30 si terrà nella Tribuna del David alla Galleria dell’Accademia la cerimonia in onore dei nuovi accademici, che darà l’avvio ufficiale al nuovo corso dell’Accademia di Belle Arti di Firenze che dovrebbe portare, secondo accordi già presi, a commissioni di opere d’arte da parte di enti come la Cassa di Risparmio di Firenze e il Polimoda, e privati come Starhotel ed Eli Lilly.

L’Accademia di Belle Arti di Firenze, nata nel 1562 sotto la protezione di Cosimo I de’ Medici, conta circa 1500 iscritti di cui un terzo stranieri. Gli indirizzi tra cui gli studenti possono scegliere sono Pittura, Scultura, Decorazione, Scenografia e Grafica d’Arte. Per essere ammessi a frequentare uno dei corsi è necessario essere in possesso di licenza di maturità artistica, maturità d’arte applicata o licenza di Maestro d’Arte. Chi non ha questi requisiti deve sostenere un esame di ammissione che consiste nel superamento di una prova culturale scritta e di prove tecnico-artistiche.

L’Accademia del Giglio di Firenze, dal 1995, organizza ogni anno un corso di preparazione per l’esame di ammissione per stranieri e italiani alle Accademie di Belle Arti Statali di Firenze e di altre sedi. Il corso prevede lezioni preparatorie teorico-pratiche e simulazioni dell’esame in modo che il candidato possa affrontare le prove con sicurezza. Il corso quest’anno si terrà dal 25 agosto al 19 settembre 2008 ed ha la durata di 4 settimane per un totale di 56 ore di lezione. Informazioni dettagliate si trovano su questa pagina.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.