logo adgblog

Iscriviti alla newsletter

Categorie

Archivi

Il 17 maggio… all’improvviso Dante torna a Firenze

Ancora una volta Dante torna a Firenze: infatti oggi, sabato 17 maggio, a partire dalle 15:45 in piazza Santa Croce, il centro storico della città sarà teatro dell’esibizione di 100 cantori che riporteranno i versi del grande poeta fiorentino a nuova vita (o a vita nuova?) per le vie. La manifestazione, voluta e organizzata da progetto dall’Associazione Culturale Cult-er ed Elsinor Teatro Stabile di Innovazione, con la partnership della Provincia di Firenze all’interno delle manifestazioni del Genio Fiorentino, prevede infatti che in ogni angolo, in ogni piazza della città un cantore declami i versi di Dante secondo la propria sensibilità e il proprio gusto, coinvolgendo i passanti con la musicalità dei canti della Divina Commedia.

Si tratta della terza edizione di “100 Canti per Firenze… all’improvviso Dante!“, iniziata già tre mesi fa, per la selezione dei cantori, avvenuta il 13 febbraio presso il Teatro Cantiere Florida. Ogni cantore sarà contraddistinto da una casacca bianca con un numero rosso compreso tra uno e 100 e più sotto il nome della cantica della quale declamerà il canto: Inferno, Purgatorio e Paradiso. Il nome della manifestazione, spiega il regista Franco Palmieri, uno tra gli organizzatori, indica il desiderio di trasformare “all’improvviso” un passante in spettatore. Per essere cantore non c’è limite di età né bisogno di appartenere ad alcun genere di associazione o altro: tra di essi infatti ci sono giovani, anziani, studenti di scuole medie, universitari, attori e persino personaggi della tv e della vita fiorentina. Primo tra tutti il Sindaco Leonardo Domenici, ma anche Cesara Buonamici, giornalista del tg5, Tiziana Frescobaldi, il pittore Alfredo Futuro, il Presidente della Provincia di Firenze, Matteo Renzi, Sandro Veronesi, si esibiranno in questa piacevole manifestazione volta a avvicinare una volta di più Dante alla gente, a renderlo ancora uno di noi, uno della nostra città e, soprattutto, a fargli avere, seppur postumo, l’apprezzamento che gli fu negato quando era in vita. Infine l’evento sarà inaugurato da Sua Eminenza Cardinal Ennio Antonelli, Arcivescovo di Firenze, che leggerà il I canto dell’Inferno ai microfoni di Radio Toscana Network.

Comments are closed.