Iscriviti alla newsletter


logo adgblog

Categorie

Archivi

Novembre: 2007
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

La Torre di Pisa non pende più come dovrebbe!

La notizia è uscita su Il Sole 24 ore del 2 novembre scorso: alla Torre di Pisa è stato strappato il primato di pendenza da una chiesa di Suurhusen, nella Frisia Orientale ai confini con l’Olanda. L’edificio della prima metà del XIII secolo fu modificato nel 1450 per aggiungere una torre campanaria che venne edificata su fondamenta costituite da tronchi di quercia. Il terreno eccessivamente impregnato d’acqua ne determinò l’inclinazione al punto che negli anni ’70 sono stati necessari dei lavori di stabilizzazione che ne bloccassero l’eventuale crollo.
La ferale notizia del “sorpasso” è stata data dallo stesso responsabile per il Guinness dei Primati della Germania, il sig. Olaf Kuchenbecker, che ha riportato anche dati numerici: l’angolo d’inclinazione della nostra Torre sarebbe 3,97 gradi contro gli inarrivabili 5,07 tedeschi.
Ma perché la Torre di Pisa pende? La sua storia è piuttosto affascinante: per la verità, quello della pendenza fu un difetto che si manifestò fin dagli esordi, nel lontano agosto 1173, al punto da interrompere la costruzione a metà del terzo piano. Nel 1275 i lavori ripresero con l’aggiunta di altri tre piani edificati secondo una linea che tende ad incurvarsi in senso opposto alla pendenza, nel disperato tentativo di correggerne l’inclinazione. La Torre fu conclusa solo nella seconda metà del Trecento, quando, forse grazie a Tommaso Pisano (1350-1372), venne aggiunta la cella campanaria.
La pendenza della Torre è dovuta al cedimento del terreno, fenomeno abbastanza comune a Pisa, visto che altri campanili soffrono di conseguenze analoghe (quello di S. Nicola e quello di S. Michele degli Scalzi).
Annualmente la sua inclinazione rispetto alla verticale aumenta in media di circa 6″, pari a un aumento dello strapiombo di 1 mm.
Da circa 20 anni (1990) sono in corso interventi di consolidamento che hanno permesso la riduzione di alcuni millimetri della pendenza… come dire insomma: meglio perdere il Guinness che uno splendido esempio di gotico toscano!
Per una visita virtuale della Torre è possibile guardare questo sito per andarci davvero è meglio leggere qui!

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.