Iscriviti alla newsletter


logo adgblog

Categorie

Archivi

Ottobre: 2006
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Un bacio al… cioccolato!

Bacio
Chi abita in Italia da un po’ di tempo o chi è venuto spesso nel “bel paese” lo sa: il cioccolatino più amato dagli Italiani è il Bacio Perugina. Tutti conoscono il segreto del morbido ripieno celato dal cioccolato fondente e della nocciola posta alla sommità del cioccolatino. Come resistere?
Di solito mani avide strappano velocemente la carta argentata tempestata di stelle azzurre che circondano la scritta in corsivo “Bacio”, e mentre il gustoso cioccolatino si scioglie in bocca, non resta che leggere il piccolo biglietto bianco con inebrianti frasi d’amore scritte in caratteri azzurri.
Ma perché il Bacio si chiama “Bacio”? Come nasce? E perché al suo interno ci sono messaggi d’amore firmati da poeti, filosofi e letterati di tutto il mondo?
Io ho trovato due storie, entrambe interessanti: secondo la prima il cioccolatino sarebbe nato per volontà della moglie di Giovanni Buitoni, che vedendo la quantità di scarti di ottimo cioccolato proveniente dalla produzione della fabbrica del marito decise di riclarla e di utilizzarla per farne dei gustosi cioccolatini. Il nome che scelse fu “Cazzotto” che in italiano significa pugno, ma nonostante il successo che ebbero la Signora Luisa non era soddisfatta: i cioccolatini erano di solito i dolci preferiti dagli innamorati e quindi un nome così “violento” non sembrava adeguato. Da qui l’idea di ricorrere a un altro nome, ben più… dolce: Bacio! La leggenda dice che proprio una dipendente della fabbrica sia stata la prima a mettere all’interno del cioccolatino un messaggio d’amore per il ragazzo di cui era innamorata.. quando fu scoperta l’dea, sembrò così buona a Giovanni Buitoni che decise di inserire una frase d’amore in ogni bacio di cioccolato.
Un’altra storia, meno romantica, vuole invece che il cioccolatino chiamato “Cazzotto” non abbia avuto fortuna e che dunque proprio Giovanni Buitoni abbia deciso di cambiarne il nome in “Bacio”. La campagna pubblicitaria del nuovo cioccolatino fu affidata a Federico Seneca, direttore artistico della Perugina negli anni ’20. Fu lui a variare il famoso “Bacio” di Francisco Hayez e a ottenere la ormai famosissima immagine-icona dei due giovani che si baciano appassionatamente su ogni scatola e, sempre a lui, si dovrebbe l’idea di inserire i messaggi d’amore all’interno dei Baci. Tale è la fama e la diffusione dei Baci che facendo una breve ricerca su internet non è stato difficile trovare siti che si propongono di raccogliere la maggiore quantità di messaggi d’amore dei Baci Perugina, inserisco qui uno dei più elaborati. A ulteriore testimonianza dell’amore (è il caso di dirlo!) che gli Italiani hanno nei confronti di questo cioccolatino va la graziosa iniziativa di alcuni anni fa della Perugina: il Bacio più grande del mondo che ha permesso alla Fabbrica di conquistare il Guinness dei Primati, per la gioia di tutti i golosi accorsi ad assistere alla manifestazione.

1 comment to Un bacio al… cioccolato!

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.