Edilingua


banner edilingua

Corsi d’arte a Firenze/Art Courses in Florence

Archivi

Agosto: 2006
L M M G V S D
    Set »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

C’è gelato e gelato!

gelateria gromPer evitare di mangiarsi un gelato di plastica a caro prezzo nel centro di Firenze c’è un posto dove potete andare, la gelateria Grom, nascosta in via delle Oche angolo via del Campanile, proprio accanto al Duomo, nella prima traversa a sinistra di via Calzaiuoli. Il posto per la verità da fuori intimorisce un po’, sembra più una gioielleria che un gelataio. La paura è che ti spennino visto che ad esempio, sulla stessa via delle Oche, due metri più avanti, in un barraccio qualsiasi, una coppetta piccola di gelato finto da consumare passeggiando costa 3 Euro. Una volta entrati dentro la prima cosa che stupisce è che hanno nascosto anche il gelato: non ci sono quelle montagne colorate di latte anabolizzato, lo tengono chiuso dentro delle vasche di metallo, con il coperchio sopra. Per scegliere il gusto bisogna leggere il listino, che consiglia anche gli abbinamenti migliori, mentre un altro cartello elenca gli ingredienti dei gelati, ingredienti non generici ma ad esempio pistacchi di Bronte, pinoli di Pisa, mandorle di Avola e caffè espresso Guatemala Antigua Pastores. Il simbolino Slow Food si fa notare qua e là accanto a qualche ingrediente. Così scegliendo pistacchio e fior di latte si scopre che il pistacchio non è verde come il verde pistacchio, ma è marrone e non ha il sapore del pistacchio che ci si ricordava, mentre il fior di latte sa veramente di latte come non s’è mai sentito. E una coppetta costa solo 2 Euro. Magari il locale è un po’ freddino, minimalista come va di moda ora per i posti “cool” e le spiegazioni, anche quelle sul sito, sono un po’ troppo autocelebrative; comunque bravi, son proprio contento, mi son mangiato un buon gelato, ci ritorno e lo dico agli amici. E non è solo un’opinione mia: anche a Milano ne parlano bene e su questo blog e anche su quest’altro in inglese.
Sul web c’è anche il sito delle gelaterie Grom. Sì perché Grom è una catena che ha già sette gelaterie in Italia e ne sta aprendo una a New York. Una catena però di quelle che ci piacciono, dove tutto è genuino, controllato, fatto per benino, scegliendo gli ingredienti uno a uno a seconda della qualità e delle stagioni.

19 comments to C’è gelato e gelato!

  • […] allafinestra.splinder.com/ https://www.adgblog.it/2006/08/30/ce-gelato-e-gelato/ xmau.com/notiziole/archives/002151.html Segnala questo articolo su: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web. […]

  • carlo

    mi piacerebbe sapere se questo articolo lo ha scritto un titolare di grom o qualcuno pagato da grom .
    dicono che producono la miscela in un posto “segreto” a torino
    peccato che abbiano visto il gelato destinato a una loro gelateria in posti che producono gelato per i supermercati.
    non producono il gelato nelle gelaterie con il loro nome dov’è la proffesionalità del gelatiere tutte le gelaterie proffessionalmente valide usano pistacchi di bronte nocciole igp o frutta fresca di stagione e non serve l’acqua san bernardo (marchetta) quella di rubinetto è migliore . Quando entrate in una gelateria ARTIGIANALE chiedete informazioni su cosa state mangiando e…. sorpresa.

  • Gentile Carlo,
    l’articolo non è stato commissionato da Grom, ma è stato scritto da me dopo aver assaggiato il loro gelato che mi era sembrato molto buono. Io poi ho riportato quello che spiegano sul loro sito e può essere che raccontino baggianate riguardo al loro gelato, ma tu hai qualcosa che ti sostiene in quello che dici? nel tuo commento usi “dicono”, ovvero voci che circolano, una specie di “mio cuggino ha detto…”
    Poi che nessuno di Grom abbia scritto una riga per ringraziarci della “pubblicità gratuita” è un altro discorso.

  • Davide

    Ma,
    io volevo lasciare un bel messaggio a proposito della gelateria Grom.
    Viene pubblicizzata come se il gelato fosse prodotto artigianalmente in loco, ma non e’ affatto vero, io sono uno del settore ed ho osservato la loro lavorazione in quanto gli arriva una miscela pastorizzata congelato e loro dopo averla scongelata in frigorifero(almeno si spera), la mettono nel mantecatore per renderla gelato,infatti nel loro punto vendita hanno solo il mantecatore e non pastorizzatori per lavorare le basi dei gelati.Quindi quando si parla di gelato artigianale creato in laboratorio artigianale in loco non si parla assolutamente di Grom.

  • roberto balò

    Ciao Davide (ma non sei lo stesso Carlo di prima?)
    Forse non capisco bene quello che volevi dire (“un bel messaggio”?). Comunque se qualcuno di Grom volesse dirimere la questione sarebbe molto interessante.

  • alessandro

    Vorrei aggiungere solo una cosa a quello che e` stato scritto nell`articolo,cioe` e` vero che oramai chiunque puo` fare gelato ma c`e` gelato e Gelato.Tanto di cappello ai creatori della catena Grom anche per la scelta dei pozzetti vecchia maniera per mantenere il prodotto,ma sopratutto nel saper sfruttare nel migliore dei modi la possibilita` che si sono improvvisamente trovati.Ma la mia curiosita` e` la seguente:come si fa a scrivere un articolo cosi importante quando non si e` a conoscenza di un settore cosi vasto, complesso e delicato come quello del gelato?Io penso che prima di poter dare dei giudizi,ci si dovrebbe informare un po` di piu`anche perche` chi ha detto che quelle montagne di gelato che si menzionano sono state fatte con del latte anabolizzato?Ci sono ,ahime,troppe persone che pensano di saperne sempre di piu` di altre e poi……….

  • alessandro

    Vorrei chidere a Davide come sa che la miscela e` congelata e se lo e` quanto costerebbe spedirla a NY? Io invece ho una mia teoria magari se ne discutera` in seguito saluti a tutti

  • roberto balò

    Ho assaggiato un gelato che mi è piaciuto e ho cercato di capire perché. Non era mia intenzione scrivere un “TRATTATO” sull’arte gelatiera. Potrò esprimere un giudizio su un gelato? O devo prendermi una laurea?
    Tu hai una gelateria? Vuoi invitarmi a sentire uno dei tuoi gelati? Se mi piace scriverò un post anche sul tuo. Ora però basta.

  • alessandro

    Mi dispiace averti irritato,ma devi cercare di comprendere che a noi artigiani viene a mancare quella riconoscenza che a volte fa` piacere ricevere.Se capiti in Canada puoi venire ad assaggiare un prodotto che non ha nulla da invidiare agli altri.E`pastorizzato e mantecato sul posto ed utilizziamo latte fresco intero e panna 35% per quanto riguarda la frutta sciroppo a base di acqua e zucchero e un `alta percentuale di frutta fresca o surgelata.Semplice-semplice

  • roberto balò

    Ok, grazie per l’invito, accetto volentieri.
    Saluti al Canada.

  • stefano

    Sono gelatiere anch’io e confermo che Grom produce la miscela per TUTTE le gelaterie in Italia a casella (Torino), e poi congelata la trasporta nelle varie gelaterie , dove viene scongelata e mantecata.
    Per carità, utilizzano materie prime di qualità, ma di sicuro non sono gli unici in Italia.
    Se vi può interessare, fatte le debite proporzioni, l’Antica Gelateria del Corso è partita quest’anno con progetto simile (consegnare miscele già pronte da mantecare sul posto) : differenze sono ovviamente quello che ci mettono nei gelati e il fatto che le gelaterie di Grom sono di proprietà, le altre in franchising

  • […] un buon gelato: le gelaterie offrono una notevole quantità di gusti e molte e discordi appaiono le opinioni su quale sia il miglior gelato proposto sul mercato, come sia fatto, quali siano le materie con cui […]

  • Anna

    Va bene: Grom fornisce la miscela a TUTTE le gelaterie in Italia, ma ciò non toglie che sia buono e che, se piace, si abbia il diritto di esprimere il proprio parere. A me piacciono anche i Sammontana e gli Algida (oddio, li compro al supermercato: sarò da censurare?)

  • patty

    ciao a tutti!io non voglio fare nessun commento ma chiedere delle dritte!help!!chi mi può aiutare?? vorrei avviare una gelateria ma non so nulla di gelato come posso fare per acquisire i segreti del mestiere?

  • lucia

    Ciao a tutti! Sono una fiorentina nata a Firenze e abitante a Firenze da 30 anni:
    di gelaterie del centro e di Firenze in generale ne conosco e Vi consiglio in centro:
    “gelateria dei neri” in via dei neri :mi sembra molto fresco e naturale non il gelato per il turista con tanto di cupole nelle vaschette
    “le parigine” molto buonO in via dei servi NUOVA GELATERIA ARTIGIANALE
    “perche’ no “contrada di via calzaiuoli ARTIGIANALE ESISTE DA UNA VITA
    fuori centro
    sicuramente la gelateria in viale giannotti “il sorriso” quantita enormi a buon prezzo e una qualita’ competitiva gelato super fresco e con ingredienti solo naturali favoloso ti togli la voglia del vero gelato fresco
    “Gelateria dei medici” via dello statuto zona fortezza da basso
    sempre stato buono e fresco grande smercio ma ultimamente un po’ peggiorato
    le ultime due fanno affari d’ro sempre piene piu’ che avviate gelati freschi ARTIGIANALI DA PASSEGGIO NE VALE LA PENA DITEMI LA VOSTRA SE LI CONOSCETE
    A PRESTO LUCIA

  • lucia

    Se volete mangiare un Vero gelato,squisito fresco,genuino fatto SENZA ACQUA e con un prezzo ottimo l’unica Gelataria in cui andare è quella al ponte alla Carraia che porta lo stesso nome.Il gelato è sempre fresco e i gusti sono vari,adesso hanno aperto un altra gelateria “la carraia 2” anche in via dei Benci,per me sono le due migliori gelaterie di Firenze NON VE NE SONO ALTRE AL PARI.
    saluti a tutti

  • Carla Bini

    Rispondo a Lucia.

    Gelateria dei Neri: ottimo gelato preparato da un gelatiere appassionato;
    Le Parigine: devo ancora provarlo 🙂
    Perché no: buono, ma credo abbia perso parte dello smalto del passato (non tanto quanto ha perso Vivoli, s’intende);
    Gelateria dei Medici: ottimo gelato. Purtroppo non rientra nei miei percorsi;
    Gelateria la Carraia: ottimo gelato e prezzi veramente contenuti, ma….

    …ne ho trovato una con prezzi simili alla Carraia, vicino alle Cappelle Medicee:
    Antica Gelateria Fiorentina, via Faenza. Cono da un euro per due gusti. Ottimi i classici, buonissimi alcuni gelati sperimentali.

    Il Grom è decisamente sopravvalutato ed è chiaro che più la gente ne parla bene, più gli appassionati del settore ne parleranno male.

  • emanuel

    Vorrei segnalare oltre alla gelateria dei neri un’altra di ottima qualità la gelateria santa trinita (sul ponte santa trinita) che per me e molti miei amici è la migliore attulmente a firenze. un appunto a un commentatore che diceva che in una gelateria , mi sembra la carraia, veniva fatto il gelato senza acqua , vorrei informarlo che il latte è costituito dal 96,5% di acqua.

  • lucia

    X Emanuel,che spiritoso sei,ma davvero il latte è costituito da quella percentuale di acqua????E allora scusa potrebbero usare solo acqua il risparmio sarebbe garantito!
    Informati bene cosa vuol dire fare il gelato senza acqua…perchè il latte caro mio non ghiaccia e nel gelato quando si dice fatto senza acqua si intende questo,se è fatto solo con latte e panna non troverai mai pezzetti di ghiaccio….come si trovano invece in molti gelati di Firenze….informati mio caro prima di fare lo spiritoso!ah il gelato di santa Trinita contiene il 90% di acqua….tanto per informarti.
    by

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.