Iscriviti alla newsletter


logo adgblog

Categorie

Archivi

Settembre: 2013
L M M G V S D
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30  

L’italiano con Crusca&Capital ovvero i dubbi sulla lingua italiana

Ecco tre registrazioni della rubrica radiofonica “La lingua langue” con Marco Biffi, docente di Linguistica italiana dell’Università di Firenze e responsabile del sito dell’Accademia della Crusca, all’interno del programma “Ladies&Capital” condotto da Betty Senatore e Silvia Mobili. In ogni puntata, Marco Biffi chiarisce un dubbio sulla lingua italiana, rispondendo alle domande delle conduttrici.

Ascolta ora le registrazioni e prova poi a rispondere tu alle domande di ogni puntata. Puoi ascoltare più volte.

a) Si scrive “sogniamo” o “sognamo”?

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=71F8Zv3Wf1Y[/youtube]

Risposta: _________________________________________________________________

________________________________________________________________________

b) È corretto dire a me mi?

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=LuFczqzAFj0[/youtube]

Risposta: _________________________________________________________________

________________________________________________________________________

c) Si può usare “le” al posto di “gli”?

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=w48sqcas6XM&list=PLDxLIgSs54XzWzNcBPxVgvTLoAUPl4kKc&index=4[/youtube]

Risposta: _________________________________________________________________

________________________________________________________________________

a) Riascolta adesso la prima registrazione e completa le frasi

  1. In effetti, anche in questo caso, per quanto ci _____________ una forma preferita ormai si usano tutti e due.
  2. Il problema in realtà è _______________, perché a livello fonetico questa i non è _______________.
  3. Questa “i” è semplicemente di origine ____________________, cioè legata all’indicazione della prima persona plurale.

b) Riascolta adesso la seconda registrazione e completa le frasi:

  1. Il pleonasmo è come se fosse un _______________, una ridondanza, una ripetizione.
  2. Quando è una ripetizione è ___________________ e lo si può evitare.
  3. Ma a volte, in certi contesti comunicativi, può essere invece che questo ” a me” messo prima di “mi” ____________ una sua valenza un suo significato particolare.

c) Riascolta adesso la terza registrazione e completa le frasi:

  1. L’italiano non è ____________________, quindi non ha le stesse regole sociolinguistiche.
  2. “Gli” per “le è ormai abbastanza __________________ nell’italiano contemporaneo, rientra fra quei tratti che si chiamano _______________________.
  3. (“Gli” per “le) è tollerabile nei contesti _______________________, quindi se si parla con amici. In contesti formali e nello scritto sarebbe assolutamente __________________ usare “le” e non “li”.

Per visionare altre 25 videocomprensioni cliccate qui.

Per assistenza contattate gli insegnanti dell’Accademia del Giglio, lingua italiana, arte e cultura a Firenze: adg.assistance@gmail.com.

Seguiteci su FacebookTwitterLinkedInPinterest e Foursquare.

 

1 comment to L’italiano con Crusca&Capital ovvero i dubbi sulla lingua italiana

  • YS Lee

    a) sogniamo e’ correta ma attualmente nel parlato si usa tutte due.
    b) “a me mi piace”, e non e’ sbagliato grammaticamente, perche’ in questo caso a me si funziona come “secondo me” o “quanto ne so”.
    c) si usa le invece di gli comtemporaneamente, ma nel parlato formale non si deve usarli cosi perche grammaticamente e’ sbagliato.

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.