Edilingua


banner edilingua

Corsi d’arte a Firenze/Art Courses in Florence

Archivi

I verbi riflessivi nella lingua italiana

BUON COMPLEANNO ITALIA!

1861 - 2011

Ascolta e leggi il dialogo: ascolto

Giorgia: Ciao, Cristina, sei in ritardo anche stamattina.
Cristina: Eh sì, la sera mi addormento sempre tardi e la mattina mi sveglio tardi.
Giorgia: Ma a che ora ti alzi ogni mattina?
Cristina: Alle otto e mezzo, e non ho tempo per fare niente. Mi lavo, mi vesto, mi pettino e poi di corsa a prendere l’autobus.
Giorgia: Ma come fai a essere al lavoro alle nove?
Cristina: Corro, mangio qualcosa sull’autobus, però certe volte c’è traffico e allora mi arrabbio, perché so che arrivo in ritardo.
Giorgia: Anche il nostro capo si arrabbia quando vede che sei in ritardo.
Cristina: Sì, lo so. Ma lui è sempre nervoso. Non si riposa mai un attimo.
Giorgia: È vero, ma è sempre tuo marito e si alza ogni giorno due ore prima di te.

  • Ci sono molti verbi che sono riflessivi, cioè che hanno bisogno di una particella (mi, ti, si, ci, vi, si) davanti al verbo. Questa particella cambia con la persona.

Io mi
Tu ti
Lui si
Lei si
Noi ci
Voi vi
Loro si

Esempio di un verbo riflessivo al presente indicativo:

Io MI LAVO
Tu TI LAVI
Lui/lei SI LAVA
Noi CI LAVIAMO
Voi VI LAVATE
Loro SI LAVANO

 

  • Ai tempi composti i verbi riflessivi vogliono l’ausiliare “essere”. Il participio si accorda in genere e numero con il soggetto.
io MI SONO DIVERTITO/A
tu TI SEI DIVERTITO/A
lui / lei SI È DIVERTITO/A
noi CI SIAMO DIVERTITI/E
voi VI SIETE DIVERTITI/E
loro SI SONO DIVERTITI/E
  • I verbi riflessivi + modali

La posizione del pronome riflessivo con i verbi modali può essere prima o dopo (in questo caso attaccata al verbo):
Esempio: Io mi devo lavare = Io devo lavarmi
I verbi riflessivi possono essere suddivisi in 5 gruppi:

  1. i verbi riflessivi propri, come nell’esempio: Cecilia si guarda allo specchio (Cecilia guarda se stessa );
  2. i verbi riflessivi indiretti, come nell’esempio: Cecilia si lava i denti (Cecilia lava i denti a se stessa );
  3. i verbi riflessivi reciproci, come nell’esempio: Cecilia e Martino si amano (Cecilia e Martino si amano );
  4. i verbi riflessivi apparenti, come nell’esempio: Cecilia si mette a lavorare (Cecilia comincia a lavorare ) Cecilia si accorge di essere in ritardo; in questi casi la particella riflessiva è parte del verbo.
  5. i verbi riflessivi affettivi, come nell’esempio: Cecilia si mangia un panino.
Articoli correlati
Videocomprensione: Come Fantozzi inizia la sua giornata di lavoro
Italiano con le canzoni: “La vasca” di Alex Britti
Esercizio con i verbi pronominali

Per chiarimenti e assistenza contattate gli insegnanti dell’Accademia del Giglio, lingua italiana, arte e cultura a Firenze: adg.assistance@gmail.com.

Amici su Facebook? E su Twitter ci segui? No? Allora LinkedIn!

2 comments to I verbi riflessivi nella lingua italiana

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.