logo adgblog

Iscriviti alla newsletter

Categorie

Archivi

Giugno: 2007
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

Cambia il dialogo!

dialogo.jpg Questa attività è abbastanza semplice ed è stata pensata per una classe di livello elementare (A2) o intermedio (B1), dipende dal dialogo che verrà scelto.
Dopo che gli studenti hanno lavorato su un dialogo, rispondendo a un questionario e analizzandone il vocabolario, l’insegnante glielo ripropone con una lista di parole che loro dovranno inserire nello stesso dialogo al posto di altre parole già presenti nel testo. In tal modo gli studenti saranno obbligati a modificare il dialogo sia dal punto di vista grammaticale sia da quello logico-sintattico.

Facciamo un esempio: gli studenti hanno già letto e studiato questo dialogo tratto dalla dispensa di livello elementare del corso d’italiano per stranieri dell’Accademia del Giglio:

Il giorno dopo la festa, Sandra e Paola si parlano al telefono:

Sandra: Buongiorno, Paola! Come ti senti stamattina?
Paola: Buongiorno, Sandra! Mi sento benissimo! Mi sono svegliata molto riposata, e tu?
S.: Anch’io mi sento alla grande!
P.: Scusa, Sandra… forse ho dimenticato la mia sciarpa a casa tua.
S.: si, l’hai dimenticata sulla sedia vicino al pianoforte.
P.: Io dimentico sempre tutto: è il mio problema più grande. Pensa che un giorno sono perfino riuscita a dimenticare l’appuntamento con Marco e l’ho lasciato ad aspettarmi per l’intero pomeriggio!
S.: Poverino! Se può aiutarti, allora posso raccontare che cosa è successo a me. Tre sere fa, di ritorno dalla palestra con il motorino, non ho visto due anziane signore e le ho quasi investite sulle strisce pedonali! Si sono molto spaventate!
P.: Sono arrivati i vigili?
S.: Si, li hanno chiamati alcuni passanti che hanno assistito alla scena. Le due signore sono state veramente gentili e mi hanno giustificato, ma, naturalmente, adesso devo pagare una bella multa!
P.: Forse sei un po’ pericolosa, non credi?
S.: Pericolosa, spero proprio di no. Distratta, invece, lo sono sicuramente!

Parole da inserire:
non troppo bene
raffreddore
occhiali
sul frigorifero
una cena
da Cecilia
la settimana scorsa
mentre andavo
la bici
due anziani signori
proprio
la polizia
una signora
senz’altro

Alla fine dell’attività gli studenti dovrebbero aver modificato il dialogo nel modo seguente:

Il giorno dopo la festa, Sandra e Paola si parlano al telefono:
Sandra: Buongiorno, Paola! Come ti senti stamattina?
Paola: Buongiorno, Sandra! non troppo bene! Mi sono svegliata con il raffreddore, e tu?
S.: io no, mi sento alla grande!
P.: Scusa, Sandra… forse ho dimenticato i miei occhiali a casa tua.
S.: si, li hai dimenticati sul frigorifero.
P.: Io dimentico sempre tutto: è il mio problema più grande. Pensa che un giorno sono perfino riuscita a dimenticare una cena da Cecilia e l’ho lasciata ad aspettarmi per l’intera serata!
S.: Poverina! Se può aiutarti, allora posso raccontare che cosa è successo a me. La settimana scorsa, mentre andavo in palestra con la bici, non ho visto due anziani signori e li ho proprio investiti sulle strisce pedonali! Si sono molto spaventati!
P.: E’ arrivata la polizia?
S.: Si, l’ha chiamata una signora che ha assistito alla scena. I due signori sono stati veramente gentili e mi hanno giustificato, ma, naturalmente, adesso devo pagare una bella multa!
P.: Forse sei un po’ pericolosa, non credi?
S.: Pericolosa, spero proprio di no. Distratta, invece, lo sono senz’altro!

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.