logo adgblog

Iscriviti alla newsletter

Categorie

Archivi

Settembre: 2006
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

La Gioconda è veramente “gioconda”?

La GiocondaLa Gioconda è la più celebre opera di Leonardo da Vinci. Realizzata tra il 1503 e il 1507 fu anche l’opera più amata dal pittore se è vero che non riusciva a distaccarsene e la portava sempre con sé anche in viaggio. L’enigma sull’identità della donna ritratta ha da sempre turbato i sonni di storici dell’arte e appassionati e, ancora oggi, la sua identificazione è frutto di congetture che spesso lasciano molto spazio a dubbi. Il volto dolce, lo sguardo fiducioso e, soprattutto, l’inafferrabile sorriso sono diventati così popolari da essere non solo emblema di Leonardo, ma anche oggetto di non poche rivisitazioni più o meno scherzose, talvolta veramente irriverenti in altri casi interessanti ed apprezzate. Il nome “La Gioconda” viene dal patronimico di Monna Lisa stessa, ma in italiano “giocondo” è anche chi è “felice e tranquillo” come l’espressione serena della donna lascerebbe immaginare riguardo al suo carattere. Ecco allora che risulta quanto mai simpatica l’elaborazione dell’immagine fatta su un sito francese in cui la placida espressività del volto più famoso al mondo viene un po’ “turbata” restituendo stati d’animo e sensazioni della giovane donna non esattamente “giocondi”. Tuttavia proprio la placidità di quel sorriso (insieme a un particolare nel vestito), ha probabilmente dato maggior vigore alla teoria per cui la Gioconda sarebbe una puerpera, ovvero una donna che ha appena partorito.
Ancora: una piccola modifica agli occhi e alle sopracciglia permette, su un altro sito, stavolta italiano, di osservare addirittura due volti capovolgendo opportunamente l’immagine. Infine, dopo tanti studi e pubblicazioni sulla sua identità, c’è chi ha deciso che sarebbe meglio chiedere a Monna Lisa stessa chi in effetti sia stata, e dunque perché non ascoltare attentamente le sue dichiarazioni?

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.