logo adgblog

Iscriviti alla newsletter

Categorie

Archivi

Agosto: 2006
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Dante ha perso il naso?

Dante 1Dante è famoso in tutto il mondo non solo per la sua grande opera letteraria, per le vicissitudini politiche che ne hanno caratterizzato la vita, ma anche per il suo profilo, noto al punto da diventare esso stesso simbolo della nostra cultura. La veste rossa, la corona d’alloro, lo sguardo profondo, la fronte corrugata, l’espressione grave e solenne e, soprattutto, il naso ben pronunciato e aquilino lo rendono immediatamente riconoscibile a chiunque, ed è impossibile non fissare per alcuni istanti quel volto così intenso senza restarne affascinati e ripercorrere mentalmente la sua storia.
Potrebbe dunque essere uno shock scoprire che in quel profilo occorrerebbe addolcire e attenuare la forma aggressiva del naso per ottenere un ritratto più vicino a quello del vero Dante.
Se infatti il ritratto di Dante che ci è pervenuto è solo una rivisitazione di quello che forse Giotto avrebbe dipinto intorno al 1330 nel ciclo degli affreschi della Cappella della Maddalena al Museo Nazionale del Bargello, c’è, anche, chi sostiene che quell’immagine vestita di rosso che compare tra i beati nel Giudizio Universale non sia in realtà Dante ma un clamoroso errore di interpretazione degli scritti del Ghiberti e del Vasari al riguardo.Dante 2
Ancora: l’anno scorso, durante il mese di marzo, è stato aperto al pubblico anche un altro ciclo di affreschi restaurati, nel quale, secondo la studiosa Monica Donato, apparirebbe il vero volto di Dante, ma, ahimé, senza naso! Gli affreschi, che si trovano in un ambiente vicino al Museo del Bargello, ma sono di proprietà privata, sarebbero corrispondenti alla descrizione fisica che Giovanni Boccaccio, un altro grande scrittore trecentesco, fece del poeta fiorentino:dante03.jpg “il suo volto fu lungo, il naso aquilino, e gli occhi anzi grossi che piccioli, le mascelle grandi, e dal labro di sotto era quel di sopra avanzato” (dal Trattatello in laude di Dante).
Che dire? Forse che Dante sarebbe meno Dante senza naso?
Ovviamente no, ma, almeno io, preferisco pensare a Dante come ancora Boccaccio ce lo descrive : “d’animo alto e disdegnoso molto”, ovvero capace di grandi pensieri ma molto altero…e dunque, quale miglior ritratto di questo per descrivere il nostro eccelso poeta?

4 comments to Dante ha perso il naso?

  • Bob

    Interessante! Ho visto molti vecchi ritratti di Dante al Museo Casa di Dante a Firenze — tutti hanno nasi grande!

  • Serena

    Grazie Bob per il commento!

  • Cavallari Stefano - Rimini

    Domanda :nel parte dx di S. Agostino in Rimini – Pittori Riminesi del ‘300 – ove é raffigurata “La resurrezione di Drusiana” di San Giovanni Evangelista c’é Dante ? insieme a Petrarca ? Affreschi scoperti nel 1916 dopo terremoto.
    Chi ha prospettato di SI é stato sottoposto a ostracismo, ma dopo la scoperta della casa dei Giudici e Notai in Firenze ( 2005 ), tutto é possibile. Che mi dite ?
    Stefano da Rimini.

  • serena bedini

    Ciao Stefano, con un po’ di ritardo ma eccomi qua a risponderti! Anzitutto grazie per aver letto l’articolo e aver lasciato il tuo commento. In effetti, anche secondo le mie ricerche, sembra che a S.Agostino siano raffigurati Dante e Petrarca. Tuttavia non ti so di perché coloro che lo hanno asserito siano stati sottoposti a “ostracismo”. Che vuoi dire, prima di tutto, con l’espressione “a ostracismo”? Bisogna considerare che di solito notizie di questo tipo si ricavano da scritti dell’epoca che, talora, come dimostra la storia della Cappella della Maddalena del Bargello, sono stati male interpretati e hanno creato solo molta confusione. Nel Trecento personaggi come Dante e Petrarca erano degli autentici VIP e non è difficile credere che potessero essere raffigurati spesso, ma anche che si tendesse a enfatizzare il fatto che potessero essere raffigurati! Non conosco con precisione la storia degli affreschi di S.Agostino a Rimini, quindi se ti va di darmi ulteriori informazioni e, magari, qualche fonte sarò ben lieta di approfondire… sperando di non essere fatta oggetto di ostracismo! ;)

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.