Edilingua


banner edilingua

Corsi d’arte a Firenze/Art Courses in Florence

Archivi

Center for Italian Studies


banner italian studies

L’italiano con il Teatro della Pergola di Firenze

Teatro della Pergola

Il teatro più importante di Firenze è la Pergola. Svolgete gli esercizi per saperne di più su questa storica istituzione e alle stesso tempo per migliorare la vostra conoscenza dell’italiano.

Attività 1. Rimetti in ordine il testo.

a. in quanto “primo grande esempio di teatro all’italiana”.

b. Il Teatro è sottoposto a vincolo architettonico

c. via della Pergola dove esisteva nel ‘500 un pergolato d’uva, vicino agli edifici dell’ospedale di Santa Maria Nuova.

d. e prende il nome dalla strada in cui si trova,

e. Il Teatro della Pergola è uno dei più antichi e ricchi di storia di tutta Italia

1. ___ 2. ___ 3. ___ 4. ___ 5. ___

Attività 2. La storia. Rispondi alle domande.

Il teatro venne costruito tra il 1652 e il 1661 da Ferdinando Tacca. È considerato il primo grande teatro a ordini di palchi sovrapposti (“all’italiana”). Oltre a questo si sperimentò per la prima volta anche la forma ovale, di maggior resa acustica. Il teatro era in legno, aveva un ampio palcoscenico, tre ordini di palchi e una loggia aperta sulla platea. Il pubblico maschile era separato da quello femminile.

I palchetti erano molto apprezzati sebbene dessero alcuni problemi poiché le persone parlavano e vi consumavano cene che spandevano cattivi odori per tutto il teatro. Negli anni successivi gli ordini di palchi arrivarono a 5 e nel 1755 le strutture in legno particolarmente rischiose considerato che l’illuminazione era con le candele, furono sostituite da strutture in muratura.

Nel 1804 venne realizzata la sala da musica oggi denominata “il Saloncino” ed entro la metà dell’800 furono realizzati l’ingresso e il caffè e il foyer. Nel 1834 Antonio Meucci, macchinista alla Pergola, installò nel teatro il primo telefono acustico della storia (a trasmissione meccanica, non ancora elettrica), per comunicare tra i vari ambienti del teatro.

Nel 1912 il IV e V ordine di palchi vennero demoliti per creare un loggione, capace di portare la capienza del teatro a 1.350 spettatori. Nel dopoguerra venne totalmente ristrutturato con il totale rinnovo degli arredi e la trasformazione del palco reale.

Dopo i lavori per riparare i danni causati dall’alluvione del ’66, la Pergola ha continuato la sua intensa e qualificata attività teatrale fino ai nostri giorni confermando il suo ruolo di primo piano nel panorama degli spazi teatrali italiani.

Nel seminterrato esiste un piccolo museo con numerosi cimeli.

Domande. Rispondi vero o falso.

  1. Il teatro era in legno, ma oggi è in muratura.
  2. La forma ovale permette una migliore visuale.
  3. È stato il primo teatro con i palchi.
  4. Nel ‘600 uomini e donne stavano separati.
  5. Nei palchi venivano anche consumati i pasti.
  6. Nell’800 esisteva già una specie di telefono.
  7. Il teatro può contenere 1350 spettatori.
  8. Nel museo sono esposti dei quadri.
  9. Il loggione permette di ospitare più spettatori.
  10. Il bar del teatro risale all’ottocento.

Attività 3. Le rappresentazioni. Inserisci i verbi al posto giusto: è diventato, è nato, era considerato, ha riscosso, sono state

In questo teatro __________ il genere del cosiddetto melodramma, che __________ la vera e propria opera lirica. Nel Settecento __________ uno dei migliori teatri italiani e numerose __________ le prime importanti: le opere di Luigi Cherubini, Christoph Willibald Gluck, Gaetano Donizetti, il Macbeth di Giuseppe Verdi, l’opera postuma Orfeo ed Euridice di Joseph Haydn e la Carmen di Georges Bizet, che __________ un successo strepitoso.

Articoli correlati

Il senso della morte nell’Anfiteatro Flavio: una comprensione per il livello avanzato.
Tutto adgblog su Firenze
I musei di Firenze: l’Ospedale di Santa Maria Nuova (C1/C2)

Adgblog è il blog ufficiale dell’Accademia del Giglio, scuola di lingua, arte e cultura a Firenze.

All’Accademia del Giglio è possibile frequentare corsi di lingua italiana per stranieri, corsi di storia dell’arte, workshop intensivi di tecniche pittoriche classiche e altro ancora.

Social

Seguiteci anche su FacebookTwitterLinkedInPinterestFoursquareG+ e Instagram.

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>