logo adgblog

Edilingua


banner edilingua

Archivi

Novembre: 2017
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Italiano con le piazze di Firenze: Santa Maria Novella

piazza smn by night

Una delle piazze più famose di Firenze è Piazza Santa Maria Novella: dominata dalla Basilica di Santa Maria Novella, è un luogo imperdibile per chi voglia visitare la città. Se volete saperne di più e migliorare il vostro italiano svolgete le seguenti attività.

Attività 1. Inserite nel testo i seguenti participi passati: adibita, costruita, eliminato, innalzati, ridisegnate, ripavimentata

I lavori per la costruzione della piazza iniziarono nel 1287 con l’abbattimento delle case che vi si trovavano e si conclusero verso il 1325. Fu __________ per accogliere i numerosi fedeli che accorrevano alle prediche dei frati Domenicani che vivevano nell’attiguo convento. In seguito, grazie alla sua ampiezza, fu __________ a scenario di feste e spettacoli come il Palio dei Cocchi, una corsa con carrozze simili alle bighe romane, per il quale furono _________ i due obelischi marmorei sostenuti da tartarughe in bronzo del Giambologna, o il calcio storico.

La sistemazione attuale della piazza è recente: sono state __________ le aiuole, è stata __________ , il traffico è stato quasi del tutto _________ e così i parcheggi.

Attività 2. Gli edifici della piazza. La facciata di Santa Maria Novella. Inserisci nel testo i seguenti aggettivi: centrale, domenicano, esatte, maestosa, modulari, omonima, originaria, principale, rinascimentale, sacri, sepolcrali, superiore.

L’edificio __________ è la Basilica di di Santa Maria Novella che con la sua facciata e l’armonia __________ tipica dello stile __________ , domina la piazza. La facciata __________ risale al Trecento, ma nel 1470 venne terminata da Leon Battista Alberti realizzando il portale __________ e la parte __________ usando dei precisi calcoli __________ che stabiliscono delle proporzioni __________ fra i vari elementi.

A sinistra della chiesa si trova il Museo di Santa Maria Novella dove si può visitare gli affreschi del Chiostro Verde e del Cappellone degli Spagnoli: vi si trovano dipinti, reliquiari, arredi, parati ed altri oggetti __________ appartenuti al complesso __________ .

A destra della facciata si trovano gli “avelli”, arche che proseguono nell’__________ via degli Avelli.

Attività 3. L’ospedale di San Paolo. Ascolta l’audio e inserisci nel testo le parole mancanti.

Sul lato opposto alla chiesa si trova la __________ dell’ospedale di San Paolo, fondato nel XIII secolo e usato come ospizio per i pellegrini e ampliato nel XV secolo con l’aggiunta di un __________ ispirato allo Spedale degli Innocenti di Brunelleschi in Piazza Santissima Annunziata. I __________ in terracotta invetriata con Santi francescani e le Opere di Misericordia furono eseguiti da Andrea della Robbia, che è anche l’autore della __________ con l’Incontro fra San Francesco e San Domenico (1495 ca.) situata sul __________ di Santa Maria Novella a testimonianza dell’amicizia fra i due ordini mendicanti che occupavano la piazza. Nel 1592 Ferdinando I de’ Medici istituì il primo __________ per convalescenti della città, mentre il granduca Pietro Leopoldo, dopo la soppressione degli istituti religiosi, nel 1780 trasformò l’ospedale in __________ . Dal 2006 ospita il Museo Nazionale Alinari della Fotografia.

Attività 4. I palazzi. Scegli la parola corretta tra quelle proposte.

Uscendo dalla chiesa a sinistra troviamo il Palazzo Pitti-Broccardi, appena/già/giusto residenza di Luca Pitti prima di trasferirsi a Palazzo Pitti. Questo lato della piazza è caratterizzato da vari palazzi il cui aspetta/aspetto/rispetto dipende dalle trasformazioni otto-novecentesche di edifici precedenti/preceduti/predecessori. L’Albergo Roma risale agli anni Venti ed è decorato da vetrate in stile déco di Galileo Chini (1920-1923). Il Grand Hotel Minerva è un esempio di architettura moderna a cavallo/gatto/ridosso tra gli anni Cinquanta a Sessanta del XX secolo.

Attività 5. Gli obelischi. Scegli il verbo corretto tra quelli proposti.

In origine vi si trovano/trovarono/trovavano due obelischi lignei che ebbero/fossero/furono sostituiti nel 1608, in occasione del matrimonio di Cosimo II con Margherita d’Austria, dai due attuali obelischi in marmo. Avessero/Avevano/Avrebbero la funzione di delimitare il campo di gara del Palio dei Cocchi, una corsa con quattro bighe tirate da due cavalli che corre/correndo/correvano seguendo un percorso ellittico segnato da una corda tesa tra i due obelischi. Questa festa aveva luogo la vigilia di San Giovanni (24 giugno). Le tartarughe in bronzo su cui poggiano le guglie fossero/siano/sono di Giambologna.

Testi tratti e adattati da Wikipedia

Articoli correlati

Italiano con le piazze di Firenze: Piazza San MarcoPiazza della Santissima Annunziata
Conoscete davvero la stazione di Santa Maria Novella?
I ponti di Firenze: un esercizio di comprensione per studenti di italiano L2/LS
Una passeggiata al Piazzale Michelangelo: 5 attività di italiano L2/LS
Italiano con la storia dell’arte: l’Arco di Trionfo di Firenze

All’Accademia del Giglio è possibile frequentare, corsi di storia dell’arte, workshop intensivi di tecniche pittoriche classiche, workshop di scultura, lezioni di cucina e corsi di lingua italiana per stranieri a Firenze.

Social

Seguiteci anche su FacebookTwitterLinkedInPinterestFoursquare e Instagram.

1 comment to Italiano con le piazze di Firenze: Santa Maria Novella

  • Roberto Balò

    Soluzione attività 3.

    Sul lato opposto alla chiesa si trova la loggia dell’ospedale di San Paolo, fondato nel XIII secolo e usato come ospizio per i pellegrini e ampliato nel XV secolo con l’aggiunta di un portico ispirato allo Spedale degli Innocenti di Brunelleschi in Piazza Santissima Annunziata. I medaglioni in terracotta invetriata con Santi francescani e le Opere di Misericordia furono eseguiti da Andrea della Robbia, che è anche l’autore della lunetta con l’Incontro fra San Francesco e San Domenico (1495 ca.) situata sul portale di Santa Maria Novella a testimonianza dell’amicizia fra i due ordini mendicanti che occupavano la piazza. Nel 1592 Ferdinando I de’ Medici istituì il primo ospedale per convalescenti della città, mentre il granduca Pietro Leopoldo, dopo la soppressione degli istituti religiosi, nel 1780 trasformò l’ospedale in scuola. Dal 2006 ospita il Museo Nazionale Alinari della Fotografia.

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.