Iscriviti alla newsletter


logo adgblog

Categorie

Archivi

Gennaio: 2010
L M M G V S D
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Dare istruzioni con la forma impersonale di cortesia

studying italianLa forma impersonale di cortesia si costruisce così:

si + terza persona singolare dell’Imperativo

si + terza persona plurale dell’Imperativo+ oggetto plurale

Sottolinea quindi nel seguente testo le forme impersonali di cortesia:

pizzasurgelataCome preparare… la pizza surgelata!

Si compri una pizza surgelata, la si tolga dal frigo, la si lasci scongelare per almeno 15 minuti. Nel frattempo si accenda il forno e lo si regoli a 220°. Si aggiungano sulla pizza i capperi e le acciughe, oppure qualche carciofino sott’olio per renderla più saporita, ma non se ne mettano troppi. Si inforni la pizza per 5 minuti e poi ci si ricordi di tirarla fuori altrimenti brucia! La si serva con un goccio d’olio d’oliva e due foglie di basilico. Buon appetito!

Ricorda…

  1. La forma impersonale di cortesia non è molto usata e può essere sostituita dall’imperativo di seconda persona plurale o dall’infinito.
  2. Tutti i pronomi stanno davanti alla forma impersonale (non solo di cortesia), eccetto “ne”, che sta dopo “si” e che cambia in “se”.

Esercizio: Cambiare dal “tu” al “si” (attenzione alla forma impersonale di cortesia):

  1. Anche se non sei veramente pratico di cucina, puoi farti con le tue mani, in quattro e quattr’otto, un manicaretto senza troppe complicazioni.
  2. Devi stare attento soprattutto a non far scuocere la pasta e a non metterci troppo sale.
  3. Se, poi, sei un cuoco sopraffino e ti destreggi bene tra le pentole e i tegami, saprai anche fare uno dei tanti condimenti per renderla saporita.
  4. Se vivi in Liguria devi sapere cucinare il pesto. Devi seguire queste “semplici” istruzioni: cogli il basilico nel tuo giardino, trova dei pinoli e cerca indicazioni più dettagliate su un libro di cucina ligure.
  5. Se sei napoletano, condirai i tuoi spaghetti con pomodoro a cui aggiungerai uno spicchio d’aglio e una cipolla ed altri ingredienti previsti dal precetto gastronomico partenopeo.
  6. Se abiti a Bologna ti piaceranno tortellini e lasagne e ti cimenterai in più elaborate tecniche culinarie.
  7. Se ti trovi lungo la costa puoi sbrigliare la tua fantasia usando tutto ciò che peschi in mare.
  8. Insomma, in qualunque parte d’Italia tu andrai, scoprirai abitudini alimentari diverse, strettamente legate agli ingredienti che trovi in quella zona.
  9. Non mangiare troppi carboidrati se vuoi avere una dieta equilibrata.
  10. Non esagerare con la cucina tipica se vuoi evitare bruciori allo stomaco e disturbi vari!

Altri esercizi sulla forma impersonale li trovi qui.

Qui invece puoi capire come funziona la forma impersonale nei tempi composti.

Per soluzioni e assistenza contattate gli insegnanti della nostra scuola adg.assistance@gmail.com

5 comments to Dare istruzioni con la forma impersonale di cortesia

  • Ernesto

    Non riesco a rendere impersonale la frase n° 6 dell’esercizio:
    “Se abiti a Bologna ti piaceranno tortellini e lasagne e ti cimenterai in più elaborate tecniche culinarie”
    A bloccarmi è soprattutto quel “piaceranno”
    Potreste darmi la soluzione così capisco dove sbaglio? Grazie

  • Roberto Balò

    Ciao Ernesto, effettivamente è una forma un po’ particolare. Per fare la forma impersonale io userei “piaceranno” senza nessun pronome oppure “ci piaceranno” che è comunque una forma generica, quindi la frase potrebbe essere così:
    “Se si abita a Bologna piaceranno/ci piaceranno i tortellini e lasagne e ci si cimenterà in più…”

  • Ernesto

    Roberto ti ringrazio per aver risolto questo mio destabilizzante dubbio.
    Tuttavia vorrei permettermi di dire una cosa; All’interno di frasi di questo tipo sarebbe meglio adoperare delle parole che nella forma impersonale fanno uso del pronome “si”.
    Es. “Se si abita a Bologna si apprezzeranno i tortellini e le lasagne e ci si cimenterà in più …”
    Perché, diciamolo, quel “(ci) piaceranno” stona parecchio.

  • Roberto Balò

    Hai ragione Ernesto, tuttavia il verbo piacere è molto più comune di apprezzare: è una forma che si può incontrare e quindi è bene imparare a usarla.

  • Ernesto

    Devo solo abituarmi al suono e convincermi che non è cacofonico.
    “Se si abita a Bologna, piaceranno i tortellini e le lasagne e ci si cimenterà in più”

    Imparare a usarla e soprattutto ad ascoltarla.

Scrivi un commento

  

  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.