Edilingua


banner edilingua

Corsi d’arte a Firenze/Art Courses in Florence

Archivi

Center for Italian Studies


banner italian studies

La concordanza dei tempi

adg_ago_2009_4COSA SIGNIFICA “CONCORDANZA DEI TEMPI” ?

Osservate questo schema:

AZIONE PRINCIPALE:

  • Anteriore (prima)
  • Contemporanea (nello stesso momento)
  • Posteriore (dopo)

All’interno di una frase, se ci sono più azioni, queste devono essere “concordate”: cioè i tempi dei verbi delle azioni subordinate devono andare d’accordo con il tempo dell’azione principale, secondo il rapporto temporale che hanno con essa.

Il tempo della principale può essere al presente, al passato o al futuro; l’azione della subordinata, rispetto alla principale, può essere Anteriore, Contemporanea o Posteriore.

Abbiamo quindi, indicativamente, tre casi:

1) AZIONE PRINCIPALE al Presente (o Passato legato al Presente)

  • Passato (anteriore)
  • Presente (contemporanea)
  • Futuro (posteriore)

IL VERBO PRINCIPALE È AL PRESENTE (O AL PASSATO LEGATO AL PRESENTE):

a) Presente + Azione Anteriore = SO; HO SAPUTO (da poco); SAPEVO (da poco) che

hai scritto (Pass. pross) un libro; scrivesti (Pass. rem.) un libro;

avevi scritto (Trap. pross.) un libro; scrivevi (Imp.) un libro.

b) Presente + Azione Contemporanea = SO; HO SAPUTO (da poco) che

scrivi (Pres.) un libro (stai scrivendo un libro).

c) Presente + Azione Posteriore = SO; HO SAPUTO (da poco) che

scriverai (Fut.) un libro; scrivi (Pres.) un libro.

2) AZIONE PRINCIPALE al Passato

  • Trapassato (anteriore)
  • Imperfetto (contemporanea)
  • Condizionale composto (Futuro nel passato – posteriore)

IL VERBO PRINCIPALE È AL PASSATO

a) Pass. Pross. o Pass. Rem. o Imp. o Trapassato. + Azione Anteriore =

HO SAPUTO; SEPPI; SAPEVO; AVEVO SAPUTO che avevi scritto (Trap. pross.)un libro.

b) Pass. Pross. o Pass. Rem. o Imp. o Trap. Pross. + Azione Contemporanea =

HO SAPUTO; SEPPI; SAPEVO; AVEVO SAPUTO che scrivevi (Imp.) un libro

(stavi scrivendo un libro).

c) Pass. Pross. o Pass. Rem. o Imp. o Trap. Pross. + Azione Posteriore =

HO SAPUTO; SEPPI; SAPEVO; AVEVO SAPUTO che avresti scritto (Cond. Comp.) un libro

(scrivevi (Imp.) un libro).

3) AZIONE PRINCIPALE al Futuro

  • Passato (anteriore)
  • Futuro o presente (contemporanea)
  • Futuro o presente (posteriore)

IL VERBO PRINCIPALE È AL FUTURO

a) Futuro + Azione Anteriore =

SAPRÒ se avrai fatto (Fut. Comp.) i compiti; hai fatto (Pass. Pross.) i compiti;

avevi già fatto (Trap. pross.) i compiti

b) Futuro + Azione Contemporanea =

SAPRÒ se farai (Fut.) i compiti o fai (Pres.) i compiti.

c) Futuro + Azione Posteriore = Futuro o Presente

SAPRÒ se farai (Fut.) i compiti o fai (Pres.) i compiti.

Articoli correlati

Esercizio con la concordanza dei tempi.
Italiano con un racconto: La vendetta di Giovannino Guareschi, concordanza dei tempi e dei modi e un esercizio di lessico.
Italiano con la letteratura: un brano da Cronaca familiare di Vasco Pratolini per ripassare concordanza dei tempi, lessico e preposizioni.

Per soluzioni e assistenza contattate gli insegnanti dell’Accademia del Giglio, lingua italiana, arte e cultura a Firenze: corsi di italiano di gruppo, individuale e specialistico, on line.

Seguiteci su FacebookTwitterLinkedInPinterest e Foursquare.

11 comments to La concordanza dei tempi

  • med

    ciao lorenzo

    grazie tanto per la correzione degli esercizi e le formazioni

    Cordiali saluti

    Rahioui

  • Prego, spero ti siano utili. Un saluto da Firenze 🙂

  • med

    Ciao Lorenzo,

    tutti questi frasi esprimono AZIONE PRINCIPALE al Futuro + Azione Anteriore

    – hai fatto (Pass. Pross.) i compiti
    SAPRÒ se + -se avrai fatto(Fut. Comp.)i compiti
    -se avevi già fatto (Trap. pross.) i compiti

    ma io vorrei sapere che differenza c’e tra queste casi . il senso non cambia o non cambia e

    Saluti,

  • “SAPRÒ se avrai fatto i compiti” è una frase tutta al futuro, ovvero “Quando avrai fatto i compiti, io lo saprò”.
    “SAPRÒ se avevi già fatto (Trap. pross.)i compiti”; in questa frase è sottinteso un passato, da cui dipende il trapassato, “Tu ieri sei andato al cinema e non so se hai fatto i compiti prima, ma domani quando parlerò con la tua maestra saprò se li avevi fatti prima di andare al cinema”.

  • med

    ciao
    vorrei sapere quando possiamo scrivere o dire ad esempio ( quale camicia preferisci?) quale senza ausiliare essere e quando possiam scrivere ad esempio (qual è il tuo cantante preferito?)qual + ausiliare essere o sono tutti e due veri

    saluti a tutti insegnanti
    med

  • Entrambe le frasi sono corrette, ovvero puoi dire: “Quale camicia preferisci” ma anche “Qual è la tua camicia preferita”, anche se il significato cambia un po’. Saluti

  • med

    ciao
    Prof Lorenzo , La prego che mi corregga : Vado in centro oppure vado nel centro del Modena /Vietato salire SULL’ascensore oppure Vietato salire SU ascensore /Io vado a casa oppure Io vado alla casa

    Grazie

  • Possiamo dire:

    Vado in centro
    vado nel centro di Modena
    Vietato salire in ascensore
    Io vado a casa

    Saluti

  • med

    Caro prof.Lorenzo
    grazie per la sua spiegazione
    A presto.Med

  • Giulio

    ” Una parte dei soldi ce l’hanno i miei nonni ” oppure ” Una parte dei soldi ce l’ha i miei nonni ” ? Qual è quella giusta ? Me lo spighereste ? In più , la concordanza grammaticale e quella ” a senso ” c’entrerebbero qualcosa con le frasi riportate qui sopra ? Grazie mille ! …

  • Roberto Balò

    Buongiorno Giulio,
    la frase corretta è la prima ”Una parte dei soldi ce l’hanno i miei nonni” perché il soggetto della frase sono i nonni. Poi nel parlato è un altro discorso…

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>