Edilingua


banner edilingua

Corsi d’arte a Firenze/Art Courses in Florence

Cerchi casa in Italia?

onlyapartments banner

Archivi

Center for Italian Studies


banner italian studies

Directories




Il solito problema: Imperfetto o passato prossimo?

Proviamo a rispondere con questo post all’eterna domanda degli studenti di italiano: quando e in che modo si usano l’imperfetto e il passato prossimo?

Usiamo il passato prossimo quando:

1)  una singola azione è cominciata e si è conclusa nel passato (UNA SOLA VOLTA). Esempi:

a) Ieri ho giocato a tennis.
b) La settimana scorsa Federica è stata a Milano per lavoro.
c) Circa due mesi fa Fabrizio si è innamorato di Marina.

Usiamo l’imperfetto quando:

1) Due o più frasi presentano azioni CONTEMPORANEE, cioè si svolgono nello stesso momento. Esempi:

a) Mentre guardava il film, Paolo mangiava pop corn e beveva Coca-cola.
b) Quando Marco dormiva, Carla studiava.
c) Quando il professore spiegava, gli studenti ascoltavano.

2) L’imperfetto è usato anche per raccontare azioni che vengono ripetute per ABITUDINE. Esempi:

a) L’estate passata andavo al mare tutte le domeniche.
b) Da piccola, Gianna giocava con le bambole.
c) Prima di cominciare la dieta, Paola mangiava moltissimo.

3) Quando abbiamo fatto una descrizione al passato. È la tecnica usata per iniziare un racconto o un romanzo (effetto FLASHBACK). Esempi:

a) Era una bella giornata e il sole splendeva alto nel cieli, gli uccellini cantavano ed il vento soffiava leggero e fresco.
b) La gente quella sera camminava senza fretta e nessuno sembrava preoccuparsi di arrivare in ritardo a casa…

4) Quando abbiamo un rapporto CAUSA/EFFETTO, dove la causa è espressa con l’imperfetto e l’effetto (la conseguenza) con il perfetto (passato prossimo). Esempi:

a) Non sono venuto perché stavo male.
b) Stamattina sono andati in una libreria del centro poiché volevano comprare un libro.
c) Al ristorante c’era molta gente, così abbiamo aspettato.
d) Siccome pioveva a dirotto non siamo usciti.

Nota bene: Passato prossimo e imperfetto sono usati nella stessa frase quando due azioni si incontrano (o si scontrano): una arriva dopo che è già cominciata l’altra. In genere in questo caso con l’imperfetto si usa MENTRE. Esempi:

a) Mentre scendevo le scale, la mamma mi ha chiamato.
b) Mentre leggevo, la luce si è spenta.
c) Luigi è arrivato mentre noi pranzavamo.

Articoli correlati

Mestieri strani (attività col passato prossimo)
Tutto in un giorno! (esercizio col passato prossimo)
Ho vissuto queste cose (attività col passato prossimo)
Ricordi recenti (attività col passato prossimo)
I Giochi di un tempo (attività con l’imperfetto)
Passato prossimo e imperfetto1 (esercizio)
Passato prossimo e imperfetto2 (esercizio)
Due esercizi di livello A2 per fissare o ripassare il passato prossimo e l’imperfetto
Qual è la frase falsa? uso di passato prossimo e imperfetto (esercizio)
Meraviglioso (canzone con passato prossimo e imperfetto)
Passato prossimo e imperfetto con Era bella davvero di Drupi

Accademia del Giglio, lingua italiana, arte e cultura a Firenze.

All’Accademia del Giglio è possibile frequentare corsi di lingua italiana per stranieri, corsi e workshop di tecniche pittoriche classiche, corsi di cucina e corsi di storia dell’arte.

Social networks

Seguiteci anche su FacebookTwitterLinkedInPinterestFoursquareG+ e Instagram.

8 comments to Il solito problema: Imperfetto o passato prossimo?

  • Mary

    ottimo lavoro, molto didattico, lo userò in lezione, grazie.

  • Grazie a te per i complimenti che ci fai e per seguire il nostro blog!

  • diagne kouna

    sono molta contenta ..grazie ho capito adesso il passato prossimo e l’imperfetto

  • anja clous

    sto cercando una canzone italiana scritto nel passato prossimo. chi può aiutarmi per favore ?

  • Michaël

    Buongiorno,

    Grazie per il tuo articolo. Sono francese e vedo a volte che italiani usano l’imperfetto mentre francesi usano il passato prossimo e inversamente.

    Per esempio : “Mio nonno non troveva utile di impararmi l’italiano quando ero giovane”.

    Qui, ci usa l’imperfetto ma in francese avrò detto “Mio nonno non ha trovato”.

    Se ho capito bene, ci usa l’imperfetto perché descrivo una situazione passata ? Non può essere il tuo punto “1) una singola azione è cominciata e si è conclusa nel passato (UNA SOLA VOLTA)” ?

    Grazie.

  • Roberto Balò

    Caro Michaël,

    l’espressione “non trovava utile” sembra qui riferirsi all’opinione del nonno ed è difficile pensare che l’abbia avuta solo in un’occasione. Ad ogni modo, possiamo anche spiegare la differenza tra passato prossimo e imperfetto così:
    – se tuo nonno ha provato una volta sola ad insegnarti l’italiano, allora sì, è necessario il passato prossimo; – se, invece, si tratta di un’azione ripetuta un po’ come abitudine (cioè senza sottolineare il numero delle volte che il nonno ci ha provato), l’imperfetto è l’ideale.

    Spero di esserti stata utile,

    Cecilia

  • Michaël

    Grazie per la tua spiegazione.

    Non so perché ma ho davvero un problema con questo :S

    Ancora grazie.

  • mohamed oury diallo

    Mi piace la lingua italiana e bellissima grazie

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>